Venerdì 15 febbraio verrà svelata la nuova monoposto della Ferrari di Formula 1.

Dopo i primi crash test che si sono svolti nei laboratori CSI di Bollate, Jo Bauer, delegato tecnico della FIA, ha dichiarato che la Ferrari ha utilizzato per la prima volta dei materiali in 3D al posto del solito carbonio.

Nonostante questa tecnica di costruzione sia stata già utilizzata nel recente passato da Red Bull e Mercedes, la casa di Maranello l’ha perfezionata in tutti i punti, diminuendo i tempi tra la progettazione del pezzo fino alla sua realizzazione di circa 10 volte rispetto alla concorrenza.

Questo nuovo utilizzo dei materiali in 3D porta con sé delle possibili novità anche durante un ipotetico Gran Premio in cui si dovesse aver bisogno di cambiare un intero pezzo dell’autovettura, avendo la possibilità di crearlo direttamente in pista.

Un’altra novità del cavallino rampante sarà la sua nuova colorazione, di un rosso opaco che chi ha avuto la fortuna di vederlo lo ha definito come “Il più bel rosso mai fatto dalla Ferrari“.

Al via dunque gli ultimi preparativi per la monoposto della Ferrari, con Leclerc e Vettel che hanno già definito gli ultimi accorgimenti relativi ai sedili, pronti, insieme, allo staff per una nuova stagione di Formula 1 sicuramente da ricordare.