Patty Pravo e Briga
Patty Pravo e Briga (Instagram)

A Sanremo 2019 Patty Pravo e Briga duetteranno con ‘Un po’ come la vita’: biografia e carriera dei due cantanti

L’edizione 2019 del Festival di Sanremo promette emozioni e c’è curiosità per l’esibizione di molti artisti. Curiosità da applicare soprattutto ai duetti in gara, uno in particolare tra due artisti di generi e generazioni completamente diversi, praticamente opposti. Parliamo del duetto tra l’eterna Patty Pravo e il rapper Briga, molto apprezzato tra i giovani. I due canteranno sul palco dell’Ariston il brano ‘Un po’ come la vita’. Andiamo a scoprire tutto sui due protagonisti.

Patty Pravo: una carriera infinita

Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo, nasce a Venezia il 9 aprile del 1948. Si trasferisce a Roma all’età di 14 anni, dopo la morte del nonno, facendosi notare dall’agente Alberigo Crocetta al Piper Club. Il nome d’arte Pravo deriverà dalla definizione dantesca di anime ‘prave’, cioè malvagie. Debutta nel 1966 con il primo singolo ‘Ragazzo triste’, la sua carriera esplode subito con la partecipazione a diversi programmi televisivi e ‘musicarelli’ (film musicali in voga nell’era del boom economico italiano). Nel 1968, il successo letteralmente planetario con ‘La bambola’, che diverrà uno dei suoi marchi di fabbrica e, nonostante la contraddizione insita nel testo, la farà diventare un’icona della beat generation.

Dal 1970, il cambio di repertorio con virata verso il melodico e la prima partecipazione a Sanremo insieme a Little Tony, con il brano ‘La spada nel cuore’. E’ un periodo frenetico nella sua vita: per un paio d’anni lascia la RCA per legarsi alla Phonogram, tornando poi sui suoi passi. Nel 1972 si sposa, divorziando subito dopo, con l’arredatore romano Franco Baldieri. E’ il secondo di cinque matrimoni, culminati tutti nel divorzio. In seguito si legherà a Riccardo Fogli, dei Pooh, sposato in Scozia nel 1974 con un rito non riconosciuto in Italia. Nuovo grande successo nel 1973 con ‘Pazza idea’. Sono anni di varie sperimentazioni per lei, culminate nell’altro evergreen ‘Pensiero stupendo’, presentato a fine 1977. Le critiche della stampa la portano per qualche anno lontano dall’Italia, a vivere negli Stati Uniti, nei primi anni ’80. Torna a Sanremo nel 1984 con ‘Per una bambola’, che le vale il decimo posto ma soprattutto il premio della Critica.

Parteciperà al Festival anche nel 1987 con ‘Pigramente signora’, brano per cui verrà accusata anche di plagio. Salta il contratto con la Virgin e Patty vive un periodo di allontanamento dalle scene. Ritorna in scena nel 1989 con la Fonit Cetra, rifiutandosi di prendere parte al Festival del 1990. Il brano ‘Donna con te’ non la convince e sarà interpretato da Anna Oxa. Negli anni ’90 sfonda in Cina, per tornare al Festival nel 1995 con ‘I giorni dell’armonia’. Il nuovo grande successo sarà però nel 1997, con ‘E dimmi che non vuoi morire’, con cui vince il premio della Critica e per la miglior musica, malgrado finisca appena all’ottavo posto. E’ il suo rilancio in grande stile. Negli anni Duemila parteciperà altre quattro volte al Festival, nel 2002 (‘L’immenso’), nel 2009 (‘Io verrò un giorno là’), nel 2011 (‘Il vento e le rose’) e nel 2016 (‘Cieli immensi’).

Briga: biografia e carriera

Pseudonimo di Mattia Bellegrandi, Briga nasce a Roma il 10 gennaio del 1989. Comincia a scrivere musica hip hop in Danimarca, nel 2006. Pubblica nel 2012 il primo album in studio dal titolo ‘Alcune sere’, collaborando in quel periodo con altri artisti romani come Coez e Gemitaiz. Nel 2015 partecipa ad ‘Amici’, talent show di Maria De Filippi, classificandosi al secondo posto. E’ la svolta della sua carriera. L’album ‘Never Again’ viene nominato disco di platino, con ‘L’amore è qua’ scala tutte le classifiche estive. Duetta poi con Gigi D’Alessio in un altro brano di grande successo, ‘Guaglione’. Nel 2016 firma con la Sony Music lanciando l’album ‘Talento’ e pubblicando il libro intitolato ‘Non odiare me’. Arriva, nel 2018, il quarto album (‘Che cosa ci siamo fatti’) e, a dicembre, l’ufficialità della sua prima partecipazione al Festival.