Jorge Lorenzo
photo Twitter

Jorge Lorenzo pronto per il Qatar. E ringrazia Alessio Salucci

Jorge Lorenzo era il grande assente nei test MotoGP a Sepang. Dopo l’infortunio in allenamento nel mese di gennaio, il maiorchino ha subito un intervento allo scafoide del polso sinistro e conta di tornare in Qatar. Un turno di prove ufficiali importante, sia per il team che per il pilota. Rappresenta l’ultima occasione per scegliere la specifica del motore Honda prima che venga congelato il 10 marzo. Parte del lavoro è stato svolto già a Valencia e Jerez nel novembre scorso, ma servono comparazioni, conferme, feedback.

Lorenzo in pista nel test in Qatar

Nel prossimo test in programma tra due settimane ci sarà, “anche se non al 100%. Ma posso guidare e aggiornare le informazioni per gli ingegneri. Non so come mi sentirò quando andrò oltre i 300 km/h in rettilineo e dovrò frenare e fermarmi”. In vista dell’inizio del Mondiale stringerà i denti, ma potrà essere regolarmente in pista. “La ripresa sta andando più veloce che con le persone normali e mancano 40 giorni al Qatar – ha aggiunto Jorge Lorenzo -. Penso che avrò ancora un po’ di dolore per due o tre mesi, ma spero di essere competitivo”. Non compare nella lista dei grandi favorito per il momento, ma in vista del GP di Austin conta di ritornare ad una condizione fisica quasi perfetta. “Se va meglio del previsto posso lottare per il titolo… Ora il mio obiettivo è recuperare da questo infortunio per poter girare come so io”.

Jorge ringrazia Uccio

il maiorchino ringrazia Alessio Salucci per le parole spese ai microfoni di Sky Sport. Il braccio destro di Valentino Rossi ha commentato: “Jorge lo conosco molto bene, è un pilota pauroso, fortissimo, abbiamo visto con la Ducati che ha avuto difficoltà ma io ho sempre detto a tutti ‘ragazzi lui un giorno arriverà’ e poi così è stato… Quindi mi viene da pensare che con la Honda arriverà anche un po’ prima perchè è una moto più per lui e la Ducati era un po’ più indietro, lì il problema sarà di Puig, che non vorrei essere nei suoi panni nel cercare di gestire la situazione la prima volta che n pista avranno un piccolo screzio”. Jorge Lorenzo ringrazia sui social: “Apprezzo molto le affermazioni di Uccio. Tra le altre cose perché non sento la parola impossibile”.