valentino rossi motogp test sepang 2019 yamaha
Valentino Rossi (©Getty Images)

MotoGP 2019, test Sepang: Valentino Rossi conferma le buone impressioni sulla Yamaha.

Un altro giorno di test MotoGP in Malesia è passato e la Yamaha l’ha chiuso in testa con Maverick Vinales. Il time-attack finale ha consentito allo spagnolo di fare un tempo vicinissimo al record della pista siglato da Jorge Lorenzo in passato.

Valentino Rossi ha concluso la giornata con il sesto tempo, ma senza time-attack finale. O meglio, il Dottore aveva l’intenzione di farlo ma ha abortito il tentativo a causa di una gomma che non gli dava sufficiente grip. Comunque le sue sensazioni in sella alla M1 si sono confermate positive pure oggi. Già ieri il feeling era stato buono e nel Day-2 il lavoro è proseguito in maniera proficua.

MotoGP, Sepang Test: Valentino Rossi soddisfatto

Il nove volte campione del mondo al termine di questo secondo giorno di test MotoGP a Sepang si è detto contento della direzione presa dal team Monster Energy Yamaha: «Anche oggi è stato abbastanza positivo – riporta Speedweek -, abbiamo continuato il nostro programma di test. Ci siamo occupati del set di pneumatici usati e abbiamo verificato se potevamo trovare più grip al posteriore. Abbiamo trovato alcune buone idee. Ci siamo occupati di tutto, dall’accelerazione al freno motore e all’elettronica. Abbiamo anche avuto nuove parti sul telaio per una migliore trazione».

Valentino Rossi è contento delle novità portata dalla casa di Iwata in Malesia. Chiaramente, dal lato della sua enorme esperienza, sa che non bastano due giornate di test per illudersi di essere tornati al top. Però è normale essere positivi, visto che la nuova M1 gli dà buone sensazioni e non era affatto scontato dopo un 2018 non esaltante.

Il Dottore domani continuerà a lavorare nella direzione intrapresa in questi due giorni, sperando di migliorare ulteriormente. Oggi il feeling è stato soddisfacente: «Mi sento bene con questa moto. Il mio passo di gara non è poi così male. Anche con le vecchie gomme, sono riuscito a fare qualche giro veloce. Volevo fare il time-attack alla fine, ma la gomma era scarsa, ho dovuto fermarmi dopo mezzo giro. Altrimenti avrei potuto migliorare qualcosa. Comunque congratulazioni a Maverick, ha ottenuto un ottimo giro. E’ un risultato importante per Yamaha, perché ciò dimostra che la nostra moto è veloce».

Maverick Vinales è andato vicino al record della pista di Sepang e sicuramente questo è un segnale incoraggiante ulteriore. Va detto che Marc Marquez non è in forma e non ha spinto, Jorge Lorenzo è assente e Andrea Dovizioso è più concentrato sul ritmo gara che sul giro secco. Però la Yamaha dei progressi li ha fatti e lo stesso Valentino Rossi ha sottolineato un’area nella quale è contento dei miglioramenti: «Oggi ho girato molto con le gomme usate, però non ho fatto il long run a causa del troppo caldo. Con pneumatici consumati soffrivamo l’anno scorso e sembra che siamo migliorati. Però non è ancora abbastanza, serve lavorare ancora in quest’area».

Matteo Bellan