Benzina allungata aria

Napoli, la truffa dei carburanti “allungati” con l’aria

Una volta si annacquava il gasolio con materiali di scarto o olio esausto: l’ultima barriera adesso è allungarlo… con l’aria.

È la truffa scoperta di recente dalla Guardia di Finanza che a Napoli, a seguito di alcuni controlli, ha trovato delle pompe di benzina manomesse.

In una era presente un sistema, controllato dal gestore tramite un telecomando, che a seconda della pressione faceva uscire dalle pistole il carburante o solo l’aria facendo comunque girare la colonnina dei litri erogati e quindi da pagare.

Nel corso dell’indagine, in un altro distributore poco distante, è stata rinvenuta un’altra truffa: i sigilli di piombo delle pompe erano stati manomessi per aprire e chiudere l’erogatore di carburante a piacimento e scalare così il contatore dei litri totali venduti per poter dichiarare una minore quantità di litri venduti e quindi evadere le tasse.

I distributori irregolari sono stati posti sotto sequestro e sono ora in corso ulteriori analisi su campioni di carburante prelevati per verificare se ci siano altre inadempienze da parte loro.

Daniele Mancin