Franco Morbidelli
Getty Images

MotoGP, Franco Morbidelli: “Ho ancora molto da imparare”

Franco Morbidelli e Fabio Quartararo, dopo le prime prove a Valencia e Jerez dell’anno scorso, daranno il via alla prima sessione di test IRTA del 2019 sul circuito di Sepang.

Sarà il territorio di casa del Petronas Yamaha Sepang Racing Team. Franco Morbidelli e Fabio Quartararo hanno già sentito il sostegno dei tifosi malesi alla presentazione della squadra la scorsa settimana a Kuala Lumpur e avranno un sacco di sostegno quando gireranno con le loro Yamaha YZR-M1 fuori dalla corsia dei box del circuito internazionale di Sepang mercoledì . Lo staff tecnico e i piloti hanno tre giorni di tempo per lavorare sul set-up delle moto che utilizzeranno per disputare la prima stagione in MotoGP.

Franco Morbidelli si è subito distinto al debutto con la SRT Petronas Yamaha lo scorso novembre, arrivando sesto in entrambe le sessioni di test a Valencia e Jerez, avendo girato vicino al vertice. A Sepang l’italiano continuerà con il suo processo di adattamento alla YZR-M1 e la messa a punto del set-up, con solo un mese dall’inizio della stagione. Fabio Quartararo ha avuto il suo primo assaggio di una MotoGP nel test di Valencia e alla fine della sessione di Jerez solo dieci giorni dopo si è già trovato nella metà superiore del foglio dei tempi. Il francese punta al titolo del Rookie of the Year del 2018 MotoGP e continuerà a lavorare per raggiungere questo obiettivo con la sua Yamaha nel prossimo test malese.

Il primo test pre-campionato del 2019 si svolgerà dal 6 all’8 febbraio al Circuito Internazionale di Sepang in Malesia, con il primo giorno di attività che prenderà il via alle 10 ora locale e proseguirà fino alle 18:00. “È stato fantastico vedere quante persone c’erano in Malesia per vedere la presentazione della squadra la settimana scorsa. Abbiamo avuto alcuni giorni davvero divertenti nel paese e abbiamo potuto davvero sentire il sostegno della gente. Ora sarà importante capire meglio la moto durante questo primo test del 2019 per dare il miglior feedback possibile e vedere se gli aggiornamenti funzionano correttamente. Abbiamo avuto solo due test finora e sento di avere ancora molto da imparare per essere veloce. Questa sarà la nostra prima volta in sella alla pista di casa del team, quindi vogliamo fare un buon lavoro e dimostrare quanto sia stato grande il lavoro già svolto dal team e da Yamaha durante l’inverno”.