Ambulanza
Ambulanza (Getty Images)

Un ragazzo è stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco a Roma. La giovane promessa del nuoto italiano adesso è ricoverata in ospedale in gravi condizioni.

Ancora Far West a Roma, dove nella scorsa notte è stato ferito gravemente un ragazzo 19enne davanti ad un pub in piazza Eschilo, nel quartiere Axa a sud della Capitale. Dopo la sparatoria di qualche settimana fa nel quartiere della Magliana dove era stato ucciso un pregiudicato e ferita la sua compagna, ieri sera si è registrato un altro ferimento dovuto a colpi d’arma da fuoco. Il ragazzo, Matteo Bortuzzo è una giovane promessa del nuoto di 19 anni residente a Treviso, che si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale capitolino San Camillo. Sulla vicenda indagano gli agenti della Polizia di Stato che hanno fatto scattare la caccia ai responsabili.

Ragazzo ferito da uno sparo, ipotesi scambio di persona

Intorno alle 2 della scorsa notte, un ragazzo di 19 anni è stato ritrovato riverso in una pozza di sangue davanti ad un pub in Piazza Eschilo, nel quartiere Axa di Roma. Il ragazzo, Matteo Bortuzzo, 19enne nuotatore di Treviso, sarebbe stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco esplosi probabilmente, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, da uno scooter o da un’autovettura. Dalle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza poste nella zona, difatti, si vedrebbero dei fari in lontananza poco prima che il ragazzo cadesse a terra ferito da uno sparo. La Polizia è intervenuta dopo una segnalazione per rissa nei pressi del pub, ma una volta giunta sul luogo ha ritrovato il ragazzo ferito. Gli agenti hanno chiamato i soccorsi del 118 che hanno provato a rianimare il ragazzo, poi trasportato d’urgenza presso il San Camillo di Roma. Matteo è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed è stato ricoverato presso il nosocomio capitolino in gravi condizioni. Intanto gli agenti del commissariato di Ostia e della Squadra Mobile stanno indagando sul caso per ricostruire le dinamiche dell’accaduto e trovare i responsabili. Secondo le prime indicazioni, dalle telecamere si sarebbe accertato che il ragazzo non sarebbe mai entrato nel locale e, dunque, non si esclude la pista dello scambio di persona. Da accertare anche se il ragazzo sia stato coinvolto nella rissa.

Leggi anche —> Attimi di terrore davanti un asilo: agguato in stile film