Domande, curiosità e dettagli sul premio del concorso Sisal Vincicasa. VIDEO!

Tutte le curiosità e le domande più frequenti sul concorso Sisal Vincicasa, attraverso il quale è possibile vincere la casa dei propri sogni

Vincicasa è uno dei giochi più recenti di quelli lanciati dalla Sisal, storica società esperta nel settore delle scommesse e non solo. Il concorso ha subito riscosso numeroso successo vista la particolarità del premio in palio: una casa. Ma in cosa consiste nel dettaglio il premio vinto in questo gioco? Andiamo a rispondere alle domande più frequenti in cui potrebbero imbattersi gli scommettitori.

Come si gioca e cosa si vince a Vincicasa? Giocare è molto semplice. Basterà scegliere 5 numeri su 40 e sperare che essi siano nella cinquina estratta. In caso positivo lo scommettitore avrà diritto a riscuotere una vincita di 200.000€ subito e di una casa. Il totale del premio è stimato in 500.000€ e questo significa che 300.000€ saranno vincolati all’acquisto di un immobile. L’immobile in questione è possibile sceglierlo su tutto il territorio nazionale (non è consentito acquistare immobili fuori dall’Italia). Con quei 300.000€ è possibile acquistare uno o più immobili anche di un valore eccedente tale cifra. L’eventuale eccedenza sarà a carico dell’acquirente. I 200.000 euro invece saranno utilizzabili per qualsiasi attività e potranno anche essere sfruttati per l’acquisto di una casa del valore superiore di 300.000.

Vincicasa estrazioni casa domande storia oggi concorso sisal
Vincicasa

Curiosità e domande sul concorso Vincicasa: come si sceglie la casa e come viene liquidato il premio

La scelta della casa può avvenire entro 2 anni dal giorno della vincita. Non è inoltre possibile intestare la casa a un soggetto diverso rispetto a quello che ha presentato la ricevuta vincente presso gli uffici Sisal di Roma o Milan.
Cosa succede invece se il vincitore non utilizzi, o utilizzi solo in parte, l’importo destinato all’acquisto degli immobili? Nel primo caso il concessionario liquida in denaro il 20% dell’importo (inclusi gli interessi maturati) al vincitore stesso e il restante 80% viene versato sul fondo dedicato alle vincite di prima categoria; nel secondo caso invece viene liquidato in denaro una cifra pari al 50% dell’importo residuo (comprensivo di interessi maturati) al vincitore stesso. Il restante 50% viene invece versato sul fondo dedicato alle vincite di prima categoria.