Bradley Ray suzuki motogp bsb
Bradley Ray (foto Instagram)

MotoGP, Ray salirà sulla Suzuki a Sepang domenica.

Ci sarà un po’ di British Superbike Championship nell’ultimo giorno di test MotoGP a Sepang. Infatti, domani sulla celebre pista delle Malesia vedremo anche Bradley Ray.

Si tratta del pilota che corre nel campionato BSB con il team Buildbase Suzuki. Un talento inglese di 21 anni davvero molto interessante. Domani salirà sulla Suzuki GSX-RR del team ufficiale Ecstar. Un primo assaggio di MotoGP per lui, abituato a moto più vicine a quelle di serie. Sarà un’esperienza sicuramente importante per Ray. Non tutti hanno l’occasione di salire sui prototipi della top class del Motomondiale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

MotoGP Sepang, Bradley Ray pronto a salire sulla Suzuki

Il giovane rider inglese è tenuto in grande considerazione della casa di Hamamatsu. Dopo i buoni risultati del 2018, quest’anno per lui dovrà essere quello della conferma e dei miglioramenti ulteriori. Suzuki spera che Ray cresca ancora e l’opportunità di salire su una MotoGP rappresenta in maniera evidente un attestato di stima nei suoi confronti. Uno stimolo in più per il 21enne nato ad Ashford.

Ripreso da BritishSuperbike.com, il giovane pilota ha così commentato la chance di correre in Malesia domani: «Non vedo l’ora, ovviamente. Sono già stato intorno al paddock del Motomondiale quando facevo Red Bull Rookies e l’obiettivo è sempre stato quello di tornare lì. Non posso ringraziare abbastanza Suzuki per l’opportunità. Non solo testerò una moto MotoGP, ma testerò una delle migliori sulla griglia di partenza. E’ finita sul podio lo scorso anno e Alex Rins ha fatto tanti punti nelle ultime quattro gare. Lo sviluppo della Suzuki è stato davvero impressionante da quando sono tornati».

Ray è decisamente motivato nel salire sulla Suzuki GSX-RR, un mezzo che non conosce così come non conosce il tracciato malese: «Dovrò imparare il circuito perché non sono mai stato a Sepang prima d’ora. E dovrò concentrarmi sull’elettronica aggiuntiva e sulle gomme nuove, ma spero di poter fare bene e mostrare cosa posso fare». Vedremo domani come se la caverà. Con lui in pista ci sarà pure il collaudatore Sylvain Guintoli. I due sono stati compagni nel BSB durante la stagione 2017.

 

Matteo Bellan