La Ferrari 2019 si accende: ecco il suo suono

(©Ferrari Official)

F1 | La Ferrari 2019 si accende: ecco il suo suono

Dopo la McLaren anche la Rossa ha fatto sentire al mondo il rombo della sua nuova creatura. In attesa della fatidica data di presentazione ufficiale fissata per il 15 febbraio, a quanto pare alle 10.45, questo giovedì pomeriggio il Cavallino, ha pubblicato sulla sua pagina Twitter un video con il sound della monoposto, nota con la sigla 670, che prenderà parte al mondiale 2019 di F1.

Terminato il montaggio generale nel reparto dedicato della Gestione Sportiva, l’auto è stata accesa alla presenza del neo eletto team principal Mattia Binotto.

Mancano ancora i dettagli – Va specificato che la vettura protagonista della giornata non era del tutto completa. Alcune importanti parti aerodinamiche arriveranno a Maranello soltanto nei prossimi giorni, ma l’assemblaggio del retrotreno e quindi di motore, sospensioni posteriori e trasmissione, è stato effettuato con maggiore celerità, in quanto le stesse componenti dovranno essere spedite alle due squadre clienti Haas e Sauber.

Cambiamenti in atto – Come riportato da Motorsport.com nella fabbrica modenese si starebbe vivendo una fase rivoluzionaria per rendere tutti i processi più rapidi ed efficienti. In particolare si starebbe implementando in maniera importante la tecnologia utilizzata con sistemi di simulazione sono sempre più vicini al vero e la CFD (la fluidodinamica computazionale) preferita alla galleria del vento. A ciò va sommato lo sfruttamento massivo delle stampanti 3D per sperimentare delle testate del 6 cilindri non più prodotte per fusione, ma attraverso sistemi additivi che usano la polvere di metallo per produrre componenti direttamente dal file CAD tramite tecnologia di bed-fusion.

La nuova Ferrari scenderà per la prima volta in pista il 17 febbraio per la classica giornata dedicata a scopi promozionali. Il vero debutto, invece, di Sebastian Vettel e Charles Leclerc avverrà appena 24 ore dopo con l’inizio dei test invernali sul circuito spagnolo del Montmelo.

Chiara Rainis