Disabile aggredito in strada: folle gesto di due uomini

Parcheggio disabili
Parcheggio disabili (foto dal web)

Due uomini parcheggiano nel posto riservato ai portatori di handicap e poi aggrediscono in una strada di Paternò (Catania) un disabile di 44 anni che aveva reclamato il parcheggio.

Una terribile aggressione quella subita da un disabile siciliano di Paternò (Catania) lo scorso 1 dicembre. La vicenda si è svolta quasi due mesi fa, ma solo oggi è stata resa nota dai Carabinieri che si sono occupati delle indagini per rintracciare i responsabili. L’uomo, un 44enne disabile, si era avvicinato al suo posto auto, ma per parcheggiare la propria vettura ha dovuto attendere oltre un quarto d’ora perché il posto riservato ai disabili era occupato. Il 44enne aveva rimproverato i due che avevano occupato il posto, ma i due hanno reagito male colpendo il disabile con calci e pugni e lasciandolo a terra sanguinante. Gli aggressori, già noti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati dai Carabinieri del comune nel catanese.

Parcheggiano nel posto di un disabile e poi lo aggrediscono

Lo scorso 1° dicembre un disabile di 44 anni a Paternò, centro nella provincia di Catania, ha dovuto attendere circa un quarto d’ora per parcheggiare la propria vettura nel posto riservato ai portatori di handicap. Il parcheggio era stato occupato da un altro veicolo e quando i proprietari sono giunti sul luogo, in via delle Eolie, il disabile ha reclamato il suo diritto. I due dopo aver minacciato e colpito l’uomo ancora all’interno della vettura, lo hanno pestato con schiaffi e pugni fuori dall’auto, lasciandolo in strada ancora sanguinante. Il disabile è stato soccorso dal personale sanitario del 118 arrivato sul luogo che lo ha poi trasportato in ambulanza presso l’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò, dove gli sono state riscontrate diverse ferite ed una frattura alle ossa del naso, lesioni che sarebbero guaribili in 45 giorni. La vittima ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri di Paternò i quali si sono occupati delle indagini e hanno rintracciato e denunciato per lesioni aggravate i responsabili: due paternesi già noti alle forze dell’ordine per precedenti penali di 45 e 34 anni. La vicenda è stata resa nota oggi a circa due mesi di distanza dagli stessi militari dell’Arma.