L’asilo dell’orrore: i piccoli alunni costretti a subire torture

Bambini asilo
Bambina in un asilo (Getty Images)

Due maestre sono state accusate di maltrattamenti continuati nei confronti dei loro piccoli alunni e per questo arrestate dalla Polizia all’esito di un’indagine partita grazie alla denuncia di altri dipendenti della struttura.

Si trovano in carcere le due donne T.S. e M.F., maestre di un asilo nido privato di Torino, accusate di maltrattamenti continuati e aggravati sui bambini iscritti presso la loro scuola per l’infanzia. A far partire l’indagine sono state le denunce di altri dipendenti della struttura i quali non riuscivano a sopportare quanto venisse fatto alle piccole creature. Secondo una prima ricostruzione, ciò che i bambini hanno dovuto sopportare è raccapricciante. Le maestre, infatti, avrebbero voluto che i piccoli alunni si ammalassero, dato il loro eccessivo numero e per fare ciò, avrebbero iniziato a mettere in atto numerosi maltrattamenti.

Cosa hanno subito i bambini: la denuncia dei dipendenti

I bambini erano troppi e perciò le due maestre, ora in carcere, avrebbero deciso di maltrattarli così da farli ammalare. Per far ciò, le due donne hanno iniziato a maltrattare i piccoli alunni, sottoponendoli a delle vere e proprie torture. I bambini venivano portati in una mansarda non autorizzata, senza riscaldamento e senza i propri cappotti, venivano lasciati piangere, senza fornirgli acqua o cibo. Le maestre li strattonavano, non gli permettevano di dormire o riposare, li stressavano fortemente.

Alcuni dipendenti, stanchi di assistere a quanto stava accadendo all’interno dell’asilo, hanno deciso di sporgere denuncia e da qui sarebbe scatta l’indagine di Polizia coordinata dal Gruppo Fasce Deboli della Procura del capoluogo piemontese. La squadra mobile di Torino ha accertato numerose irregolarità grazie anche alle intercettazioni telefoniche ed ambientali, come ad esempio quella per cui il numero dei bambini accolti era superiore a quello consentito dal Comune. Ma c’è molto altro, i piccoli venivano tenuti in locali non autorizzati, senza riscaldamento, non venivano cambiati e lavati, spesso erano strattonati e malmenati. Spesso le maestre gli impedivano anche di dormire e di mangiare. Un quadro raccapricciante quello ricostruito dagli inquirenti, i quali hanno arrestato le due donne che adesso dovranno difendersi dall’accusa di maltrattamenti continuati, in concorso, aggravati dalla minore età delle vittime.

Leggi anche—>Disabile aggredito in strada: folle gesto di due uomini