MotoGP, casco con visiera chiara o scura? Le scelte dei piloti

Bradley Smith
Getty Images

Le stelle della MotoGP sfidano anche le intemperie in giro per il mondo: pioggia, sole, nuvole, nebbia. Sono tante e diverse le possibili condizioni meteo nel corso dei 19 week-end di gara.

Per affrontare le situazioni più estreme i piloti non devono soltanto adeguare il loro stile di guida e il loro assetto, ma devono anche stare in guardia con l’utilizzo della giusta visiera del casco. “Penso che tutti i piloti preferiscano la visiera nera”, dice Johann Zarco a “MotoGP.com”. “Perché spesso la luce è molto intensa, ti proteggi anche se non è così luccicante e sei concentrato solo sul lavoro.” Zarco utilizza la visiera oscurata non solo per proteggersi dalla luce, ma per entrare nel giusto stato d’animo. “Questo mi fa sentire protetto nel casco e con me.”

Le scelte di Smith, Crutchlow e Aleix espargarò

La stessa cosa è successa lo scorso anno a Bradley Smith. L’ex pilota KTM, ora collaudatore Aprilia, ha ricevuto quattro diverse visiere tra cui scegliere, da una molto scura per una luce particolarmente brillante a una molto chiara per le giornate di pioggia. “Il MotoGP è sempre stato più elegante, quindi solo pochi piloti vogliono davvero usare visiere chiare”, ha spiegato il britannico. “A volte meglio è se meno puoi vedere”. Dopotutto, i piloti sono anche intenti all’apparenza e non vogliono vedere la loro faccia e soprattutto i loro occhi nelle immagini. Fondamentalmente, la scelta della visiera dipende molto dalle condizioni. “So che sembra pazzesco ora, ma a volte è meglio se vedi meno… Se ci sono pozzanghere lungo la strada, allora tutti guardate molto bene con una visiera luminosa, ma poi non fate molto affidamento sul vostro sentimento naturale.” Ciò lo inibirebbe piuttosto, quindi preferisce usare la versione più scura anche in condizioni miste.

Molto diverso è il caso di Cal Crutchlow. Il britannico ha deciso di cambiare marchio di caschi passando da Arai a HJC: “Normalmente ho sempre una visiera colorata, non mi piace il buio perché non riesco a vedere così bene. ” Non ha problemi con gli occhi, ma preferisce semplicemente la versione più leggera… Se piove, allora ovviamente uso la visiera trasparente.” Anche Aleix Espargaro ha cambiato il produttore di caschi tre anni fa, dopo nove anni di collaborazione. “La prima volta che ho provato la nuova visiera scura era semplicemente troppo brillante per me, dovevo abituarmici. Anche se piove, sono spesso più veloce con la visiera più scura”.