Valentino Rossi: “Potevo vincere in Honda, ma andai in Yamaha”

Il Dottore fiero della propria scelta

0
1133
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi: “Potevo vincere in Honda, ma andai in Yamaha”

Nella carriera di Valentino Rossi c’è un anno cruciale ed è il 2004 quando decise di passare contro ogni pronostico dalla vincente Honda alla Yamaha che in quel momento era in netta crisi. Una scelta forte che doveva rappresentare una dimostrazione di forza per il Dottore.

Durante l’intervista con Fabio Fazio a “Che tempo che fa”, il Dottore non ha potuto fare a meno di ricordare quel periodo: “La vittoria in Sud Africa è la più bella, infatti, in camera da letto ho quella moto lì. Una sta nella VR nel mio ufficio, una nel garage e l’altra di sotto nel salone. Le tengo vicine. Hanno fatto tanto, ora sono in pensione. Quando mi inginocchio a parlare con la moto la incito”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Valentino Rossi CLICCA QUI

Il Dottore fiero della scelta Yamaha

Valentino Rossi ha poi continuato: “Sono molto fiero di quello che feci nel 2004. Correvo con la Honda e potevo vincere per tanti anni, ma ho deciso di andare in Yamaha ed è stata la cosa che mi ha dato più gusto nella mia carriera. I festeggiamenti erano cose che organizzavamo con il nostro fan club”.

Poi il 46 ha parlato dei suoi famosi e bizzarri modi di festeggiare le vittorie: “Quella è stata una cosa che era nata come una stupidaggine, invece, è stata importante anche per far crescere il motociclismo perché ha attratto tante persone. In Italia, ma anche nel mondo in tanti hanno cominciato a seguire le moto seguendo me”.

Infine Valentino Rossi ha così concluso parlando del numero che porta da anni sul proprio cupolino: “Il 46 era il numero con il quale papà ha vinto la prima gara nel mondiale nell’anno in cui sono nato, nel ’79. Quando sono entrato nel mondiale ho fatto delle ricerche e ho scelto quello. Nel weekend di gara perdo 2,5 Kg. Io non salgo mai in moto dietro a nessuno perché ho paura”.

Antonio Russo