Stefano Domenicali: Lamborghini limiterà la produzione a 8.000 unità

LamborghiniGetty Images

Stefano Domenicali: Lamborghini limiterà la produzione a 8.000 unità

Lamborghini non costruirà più di 8.000 veicoli nel 2020 per preservare la sua esclusività e proteggere i valori di rivendita. L’amministratore delegato Stefano Domenicali ha dichiarato al sito australiano CarAdvice che metà degli 8.000 veicoli saranno modelli del SUV Urus. Le altre 4.000 auto saranno divise tra Huracán e Aventador, con due terzi della produzione rimanente per la prima e un terzo per la seconda.

Le vendite di Lamborghini sono cresciute del 51% nel 2018 rispetto alle cifre del 2017 e l’Urus è stata forza trainante. Dei 5.750 veicoli venduti, 1761 di questi erano esemplari di SUV. Lamborghini ha venduto 3.815 vetture nel 2017, in forte aumento rispetto al 2010, quando ha venduto solo 1.302 auto durante la crisi finanziaria. Domenicali ha rilevato che l’azienda deve trovare un equilibrio perché i clienti più giovani non vogliono aspettare per avere auto esclusive: il tempo di attesa per una supercar è parte dell’esperienza, ma gli acquirenti più giovani tendono a non “attribuire molta importanza” all’eredità del marchio e Lamborghini ha bisogno di soddisfare quello che ha detto potrebbe essere un acquisto impulsivo. Ciò significa tenere le auto in magazzino in configurazioni che potrebbero attrarre i potenziali acquirenti.

Per tutte le news sul marchio Lamborghini LEGGI QUI

L’Asia-Pacifico ha contribuito in modo determinante ai numeri del 2018 del marchio di Sant’Agata Bolognese, con il Giappone che rappresenta quasi il 43 per cento delle auto consegnate in questa area territoriale. La Cina continentale si è accaparrata il 19%, mentre l’Australia ha rappresentato il 12%.

Il fattore di esclusività è vivo e vegeto anche per la rivale Ferrari. Per aumentare le vendite oltre le 10.000 unità , la Ferrari prevede di aggiungere il proprio modello di SUV. La rivale britannica di lusso Aston Martin prevede inoltre di aumentare le consegne a 10.000 vetture a livello mondiale entro il 2020. Come Lamborghini, entrambi saranno saggi per bilanciare la domanda e l’esclusività mentre si preparano ad aggiungere veicoli di servizio ai loro portafogli.