Fernando Alonso (Getty Images)

IMSA | Fernando Alonso è leggenda, la 24 Ore di Daytona è sua

Quando hai la velocità nel sangue non c’è modo di tenerti lontano dal successo e ne sa qualcosa Fernando Alonso, che dopo qualche stagione di agonia in McLaren a correre nelle retrovie ha deciso di cambiare aria e categoria provando a sperimentare tutto il ventaglio di opportunità che il motorsport ha da offrire.

Per ingrossare la sua leggenda Fernando Alonso è arrivato alla 24 Ore di Daytona, storica gara automobilistica che in passato ha visto trionfare tanti grandissimi piloti. Scattato subito benissimo dai blocchi lo spagnolo ha immediatamente fatto capire che sarebbe stato tra i protagonisti.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Fernando Alonso CLICCA QUI

Due bandiere rosse

La gara è stata caratterizzata da due bandiere rosse dovute alla pioggia che hanno reso la pista impraticabile. In particolare poco prima della seconda bandiera rossa Nasr e Fernando Alonso erano praticamente in vetta alla gara con un largo vantaggio su tutti gli altri.

Il brasiliano però a causa di un errore ha consegnato la prima posizione ad Alonso proprio poco prima che la Direzione Gara decidesse di sventolare la seconda bandiera rossa di giornata

Da quel momento in poi per quasi 2 ore è stata ansia pura nel box di Alonso sino a circa 10 minuti dalla fine ufficiale della gara dove è stato finalmente annunciato che il vincitore era per l’appunto l’ex pilota della Ferrari. Lo spagnolo entra così ancora di più nella leggenda del motorsport e mette nel mirino nuove classiche.

Antonio Russo