Marina Ripa di Meana, il ricordo struggente della figlia: “Diceva ‘Non posso morire’…”

Poco più di un anno fa morì Marina Ripa di Meana. Sua figlia Lucrezia Lante della Rovere la ricorda fino a far piangere tutti con degli aneddoti.

Marina Ripa di Meana morì poco più di un anno fa. Era il 5 gennaio 2018 quando una brutta malattia pose fine alla sua vita, a 77 anni. Ed ora sua figlia Lucrezia Lante della Rovere parla della madre a ‘Verissimo’, destando profonda commozione nella conduttrice Silvia Toffanin e nel pubblico in studio ed a casa. Una cosa che potremo vedere nella puntata di oggi, sabato 26 gennaio. “La mia famiglia è sempre stata lei sola. Siamo sempre state molto legate, nonostante mamma avesse l’usanza di parlare spesso della sua vita privata in pubblico. Questa cosa finiva con il crearmi spesso qualche problema. Per tutti i suoi 77 anni di vita, Marina Ripa di Meana è stata una donna forte e che ha sempre mostrato dignità.

LEGGI ANCHE –> Ragazza uccisa con 30 coltellate, è stata la sua coinquilina ed amante

Marina Ripa di Meana, il racconto della figlia Lucrezia

“Non ha mai nascosto il suo coraggio, neppure negli ultimi anni segnati dalla malattia. Questo anzi aveva contribuito a rendere più saldo il nostro legame, ci sentivamo ogni giorno. Ora fatico a pensare a lei al passato. Io amo passeggiare nella natura con i miei cani, ed ogni volta che lo faccio sento che mamma è accanto a me. Rideva e mi trasmetteva sempre tutto il suo entusiasmo”. Ma gli ultimi tempi si erano fatti uno strazio. “A casa la guardavo girovagare in ogni stanza, con una gonna svolazzante. Prendeva nota di tutte le cose che voleva fare e mi diceva: ‘Non posso morire, ho ancora molto da compiere’. Abbiamo trascorso insieme il Natale 2017, poi lei se n’è andata il 5 gennaio di un anno fa. Si era fatta truccare ed aveva messo un abito splendido, con dei tacchi vertiginosi. Senza farsi aiutare ci aveva raggiunti a tavola…”.

LEGGI ANCHE –> “Sono disposto a fare il lavapiatti”: disperato il figlio della grande attrice