Tutti pensavamo di trovarlo vivo. I soccorritori hanno rischiato la loro vita per trovare il piccolo. Tutti noi avevamo una speranza. Un ‘anima cosi innocente non doveva morire cosi presto. E’ innaturale. Non è giusto. Invece Il piccolo Julen si è spento subito. Nella stesso drammatico giorno in cui è caduto nel pozzo maledetto..

Questo è stato dimostrato dall’autopsia effettuata sul corpo del piccolo finito in un pozzo nei pressi di Malaga, in Andalusia, il 13 gennaio e ritrovato morto la notte scorsa. Julen purtroppo presenta un «trauma cranio-encefalico importante» e «molteplici traumi compatibili con la caduta».

Questi dunque sono i primi risultati dell’autopsia – riportati dal sito di El Mundo – che è stata fatta e conclusa questo pomeriggio nell’Istituto di Medicina Legale di Malaga. Il piccolo è morto il giorno stesso della caduta, secondo gli inquirenti che stanno indagando su questo caso drammatico

Sul piccolo Julen, secondo i quotidiani spagnoli, sono caduti addosso pietre e altri detriti che hanno causato il trauma cranico. Il corpicino è stato ritrovato con le braccia in alto e il bimbo – ha riferito il delegato del governo in Andalusia Rodriguez Gomez de Celis – è precipitato «rapidamente in caduta libera» per 71 metri.