Attendevano lo stipendio dal 2014. Ex F1 pagati adesso

Caterham, GP Abu Dhabi 2014 (©Getty Images)

F1 | Attendevano lo stipendio dal 2014. Ex Circus pagati adesso

Meglio tardi che mai verrebbe da dire. In queste ore in cui il processo per il fallimento a carico del patron Tony Fernandes sta vivendo le sua battute conclusive, alcuni ex-dipendenti della Caterham hanno ricevuto una parte del denaro guadagnato ma mai ottenuto.

Era il 2014 quando gli amministratori della Smith & Williamson avevano preso in carico la squadra di F1 sull’orlo del collasso consentendogli di prendere parte a tutte le gare in calendario tranne i GP di Texas e Brasile, prima del rientro per l’ultimo round di Abu Dhabi grazie ad una raccolta fondi.

Incapaci di recuperare le risorse necessarie per cominciare una nuova stagione, nel 2015 diversi membri dell’equipe dovettero riparare altrove e tutto il materiale, strutture comprese, appartenuti al team venduti all’asta.

Finalmente, ad inizio gennaio di quest’anno la svolta. Secondo quanto appreso da Motorsport.com la Smith & Williamson sarebbe riuscita a pagare 216 dipendenti che da allora erano in attesa, ma non solo. I procedimenti fiscali sarebbero stati conclusi, per cui ora ci sarebbero i fondi per pagare i creditori.

Qual è la cifra – I conti al 2018 ammontavano a 217.495,06 di sterline. Per ora i creditori principali hanno ricevuto 800 sterline dovute ai diritti di licenziamento e contributo di preavviso, nonché una retribuzione per ferie fino a 6 settimane e alcune pensioni di previdenza professionale.

Altri salari dovuti, sempre sul limite della medesima somma, sono invece ad oggi considerati crediti non garantiti. Stessa situazione vale per i 25 creditori aziendali a cui spetterebbero 66,8 milioni di sterline.

C’è una buona prospettiva per i creditori come loro. Prevediamo che tale pagamento possa essere effettuato nei prossimi 6 mesi a caso concluso“, l’assicurazione da parte dell’amministrazione che avrebbe ricevuto commissioni per 713.502 sterline tra novembre 2014 e agosto 2018, prevedendo costi per le questioni in sospeso tra le 15.000 e le 30.000 sterline.

Chiara Rainis