Da giorni ricoverata in ospedale è deceduta stamane la 65enne Marisa Amato, la donna che era rimasta paralizzata a seguito degli incidenti verificatisi in Piazza San Carlo la notte del 3 giugno 2017.

È deceduta oggi Marisa Amato, la donna di 65 anni che era rimasta paralizzata a seguito degli incidenti verificatisi in piazza San Carlo a Torino la sera di sabato 3 giugno 2017. La tragedia si è verificata mentre numerosi tifosi si erano accalcati nella famosa piazza del capoluogo piemontese per assistere attraverso i teleschermi installati alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid che si stava disputando a Cardiff. Nel corso della gara, alcuni rapinatori spruzzarono dello spray urticante scatenando il panico tra i presenti.  A seguito degli incidenti morì, dopo dodici giorni di agonia, Erikia Pioletti, giovane donna di 38 anni.

Morta la donna rimasta paralizzata durante gli incidenti di Piazza San Carlo

A diciotto mesi di distanza dagli incidenti verificatisi a Piazza San Carlo a Torino è morta stamane Marisa Amato, la 65enne che era rimasta calpestata dalla calca creatasi durante l’evento. La notte del 3 giugno 2017, durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid che si stava giocando a Cardiff, secondo quanto emerso dalle indagini condotte dagli inquirenti, alcuni rapinatori hanno spruzzato dello spray al peperoncino per rapinare i presenti. Lo spray scatena i tifosi, intenti a guardare la partita trasmessa dai maxischermi, che iniziano a fuggire e nella calca rimangono calpestate alcune persone: i feriti sono circa 1500, tra cui una donna di 38 anni. La ragazza, Erika Pioletti originaria della Val d’Ossola, muore in ospedale dopo 12 giorni di agonia. Nella calca anche una donna di 63 anni rimane gravemente ferita e viene trasporta d’urgenza in ospedale. La donna, Marisa Amato, a seguito delle ferite riportate rimase tetraplegica e da alcuni giorni, a seguito di alcune sopraggiunte, era ricoverata al Centro traumatologico ortopedico di Torino dove stamane è deceduta. Dalle prime indiscrezioni, sembra che Marisa sia stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva della struttura mercoledì scorso a seguito di un’infezione respiratoria che aveva portato delle complicazioni all’apparato respiratorio.

Leggi anche —>Cassazione: omicidio preterintenzionale per la banda dello spray