MotoGP, il numero 69 di Nicky Hayden sarà ritirato

Nicky Hayden
Getty Images

MotoGP, il numero 69 di Nicky Hayden sarà ritirato

Il MotoGP rende tributo a Nicky Hayden decidendo di ritirare il suo numero 69. Da questo momento in poi mai più nessun pilota del Motomondiale potrà portare il 69, una iniziativa che si aggiunge alle tante iniziative promosse in questi due anni dopo la scomparsa del ‘Kentucky Kid’ e che hanno celebrato i suoi successi in pista su tutti, la vittoria del titolo iridato della classe regina nel 2006.

Per restare sempre aggiornato sulle news di MotoGP LEGGI QUI

“È un grande onore ricevere questo riconoscimento”, afferma Earl il padre di Nicky Hayden, celebrato anche come Leggenda MotoGP. “Per me, in particolare è speciale perché il 69 era il mio numero di gara quando correvo ed ero molto orgoglioso che Nicky lo portasse nelle competizioni alle quali ha partecipato. Voglio fare un grande ringraziamento a Dorna per tutte le iniziative in onore di mio figlio organizzate in questi due anni e, soprattutto, per averci supportato nei momenti difficili”.

“Sono orgoglioso di annunciare che il numero 69 sarà ritirato dalla competizioni del MotoGP™”, le parole di Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna Sports. “Nicky Hayden è stato uno dei più grandi corridori ed esempi nel paddock. Una persona fantastica anche fuori dalla pista. Il suo 69 sarà sinonimo di Leggenda e campione”.

Il ritiro ufficiale del 69 di Nicky Hayden sarà effettuato durante il Red Bull Grand Prix of the Americas in programma dal 12 al 14 di aprile sul circuito di Austin, la gara di casa del pilota texano. In carriera ha vinto tre gare in MotoGP ed una in Superbike. Hayden morì il 22 maggio 2017, all’età di 35 anni, in seguito ad un incidente stradale mentre era in bicicletta, avvenuto il 16 maggio, nei pressi del circuito di San Marino.