Fernando Alonso contro la F1: “Allontana i tifosi”

(©Fernando Alonso Instagram)

F1 | Fernando Alonso contro il Circus: “Allontana i tifosi”

Ormai immerso nel mood corsaiolo tipico delle corse americane, Fernando Alonso non ha risparmiato critiche alla F1, suo giardino di casa fino ad paio di mesi fa.

Impegnato nella 24 Ore di Daytona del prossimo weekend al volante di una Cadillac della Wayne Taylor Racing, il Samurai, ha esaltato l’atmosfera di festa e vicinanza con i fan che si respira negli Stati Uniti, rispetto al clima di chiusura del Circus.

Già l’anno scorso avevo vissuto bei momenti e questa volta non appena sono tornato  ho visto addirittura dei bambini che salivano sulla mia macchina. Qui la gente è molto vicina ai team, ai piloti, alle vetture che si possono tranquillamente toccare. Qualcosa di impensabile nel Circus o nelle gare europee“, la sua considerazione parlando ad Autosport.

Quando sali sull’auto, in pratica stai ancora firmando autografi, facendo foto, anche con su il casco, o mentre aspetti di entrare in pit lane. In alcuni casi devi dire ai tifosi che sei in un momento critico e che devi partire. Se prendi tutto questo in maniera positiva è davvero bello. E’ una grande emozione vedere tutta questa passione da parte del pubblico“, ha proseguito nella riflessione.

Lo spagnolo ex McLaren dividerà l’abitacolo della sua auto con Renger Van der Zande  e il team-mate in Toyota Kamui Kobayashi.

Mi sento in una posizione nettamente migliore rispetto a 12 mesi fa. Allora era la prima volta in una gara di macchine sportive americana e con abitacolo chiuso. Adesso sono pronto a godermi molto di più la prova e ad utilizzare l’esperienza acquisita nella prima stagione nel WEC. Tutto in queste competizioni è più aperto se confrontato con l’Europa. Il target che mi pongo è di essere più competitivo“, ha concluso ottimista ed entusiasta della nuova vita a stelle e strisce.

Chiara Rainis