F1 2050, McLaren disegna la monoposto del futuro

Formula 1 del futuro: ricarica delle batterie e tute speciali

Le auto elettriche del futuro si caricheranno in modalità wireless, basterà transitare in pit-lane senza fermarsi, ma saranno in auge le strategie di gara, perché un passaggio più veloce consentirà di ricaricare in parte la batteria, mentre un transito più lento permetterà di ricaricare un maggior livello di energia. Addio pit-stop per il cambio gomme, perché saranno realizzate in materiali autoriparanti.

La tuta da gara del futuro adotterà la tecnologia g-suit. Ciò richiederà ai piloti di essere ancora più in forma rispetto a ora ed essere addestrati in modo diverso. La tuta da gara del futuro passerà dall’attuale tuta ignifuga a una tuta realizzata in materia tecnologici, mylar alluminato, nylon rivestito in neoprene, dacron, nylon rivestito in uretano, tricot, nylon / spandex, acciaio inossidabile e materiali compositi ad alta resistenza. “Quando si inizia a parlare di velocità di 500 km / h, significa che i conducenti dovranno resistere considerevolmente di più rispetto alla massima forza g che ora sperimentano – che è di 5 g. Questo li metterebbe nella stessa fascia dei piloti di caccia”.

La tuta gonfierà e comprimerà gli arti inferiori del conducente per evitare che il sangue si accumuli nei loro piedi e nelle gambe, assicurando che il cuore abbia ancora abbastanza sangue da pompare attorno al corpo, specialmente al cervello per restare coscienti”.