Mick Schumacher è già al lavoro a Maranello

Mattia Binotto e Mick Schumacher (©Ferrari Twitter)

F1 | Mick Schumacher è già al lavoro a Maranello

La notizia del suo ingaggio alla Ferrari Driver Academy ha fatto immediatamente il giro del mondo venendo accolta con grande favore dai tifosi della Rossa, ma soprattutto dai devoti di papà Michael. Ma se fino a poche ore fa questa era soltanto una storia su un pezzo di carta, adesso è diventata realtà tangibile.

Il figlio del Kaiser, che tante gioie ha regalato al popolo del Cavallino tra il 2000 e il 2004, è finalmente approdato a Maranello accolto dal neo team principal Mattia Binotto.

L’ingegnere cresciuto in Svizzera al momento dell’annuncio dell’accordo la scorsa settimana aveva così salutato il 19enne: “Per chi come me lo ha visto nascere ha sicuramente un significato emotivo particolare il poterlo accogliere. Noi comunque lo abbiamo scelto per il suo talento e per le qualità umane e professionali che ha messo già in mostra malgrado la sua giovane età”.

Reduce dalla Race of Champions disputata nel weekend in Messico al fianco di Sebastian Vettel e chiusa in piazza d’onore, il giovane campione della F3 Europa oltre a disputare il campionato di F2 con la Prema, svolgerà attività di sviluppo al simulatore Ferrari, ma altresì scenderà in pista con la nuova auto durante le due sessioni di test stagionali che si svolgeranno in Bahrain e in Spagna subito dopo la gara.

Il resto della Ferrari Driver Academy
Mick Schumacher non è stato l’unico a giungere in territorio emiliano.
Come dimostrato dalla foto pubblicata sulla pagina Twitter della Rossa, la dirigenza  ha potuto dare il benvenuto anche agli altri membri dell’Accademia ossia: Callum Ilott e Giuliano Alesi, attivi in F2; Marcus Armstrong e Robert Shwartzman della Formula 3; Enzo Fittipaldi al via della neonata Formula Regional e Gianluca Petecof della Formula 4. Assente giustificato per impegni legati alla Toyota Racing Series neozelandese Marcus Armstrong.
Chiara Rainis