Bimbo nel pozzo, ci siamo: i soccorritori a un passo da Julen

Ora ci siamo. Manca Davvero poco per raggiungere il piccolo Julen. I soccorritori sono vicini al bimbo

Ancora pochissimi metri per raggiungere il bambino caduto nel pozzo in Spagna domenica scorsa vicino a Malaga.

Gli operatori che come dei forsennati stanno lavorando da giorni,  e continuano a scavare a Totalan. E’ naturale però che dopo tanto tempo,  si sono quasi spente le speranze di trovare ancora vivo il piccolo Julen.

Una storia davvero triste quella del bimbo caduto in un pozzo vicino Malaga. Il tribunale spagnolo, nel mentre,  ha subito aperto un’inchiesta su quello che è accadto. Il pozzo,non era autorizzato. E’ questo che risulta alle autorità competenti.

Siamo al tratto finale dunque. Dalla Spagna dicono che manca davvero poco. Un  nuovo ostacolo si è presentato negli ultimi metri della galleria, e per velocizzare il tutto, i tecnici stanno lavorando in maniera diretta sul tubo per ridurne il diametro nel tratto finale.

Il problema tecnico che nella giornata di ieri a ulteriormente  ritardato le operazioni di recupero del piccolo Julen, intrappolato dal 13 gennaio è stato però risolto ma non ha di certo aiutato i lavori già molto complicati.

L’ultimo step dovrà permettere al gruppo di minatori della Brigada de Salvamento Minero di Hunosa di scendere nel tunnel si è scavato parallelamente al pozzo e poi realizzare a mano un altro tunnel per raggiungere il fondo del pozzo stesso.