MotoGP, dottor Mir: “Lorenzo sicuramente gareggerà in Qatar”

Jorge Lorenzo Xavier Mir MotoGP
Jorge Lorenzo e il dottor Xavier Mir (foto Instagram)

MotoGP, il dottor Mir conferma che Lorenzo sarà in gara in Qatar.

Jorge Lorenzo nella giornata di ieri è stato operato allo scafoide sinistro, fratturato durante un allenamento in Italia. L’intervento chirurgico è stato eseguito dal dottor Xavier Mir.

Il pilota del team Repsol Honda sarà costretto a saltare il test MotoGP in Malesia (6-8) febbraio. Spera, però, di poter essere in pista per quello del Qatar (23-25). Questo sarebbe l’ultimo prima del gran premio inaugurale della stagione proprio a Losail. Per il maiorchino sarebbe importante riuscire a parteciparvi. Ha ancora del lavoro da fare sulla RC213V per essere completamente a proprio agio.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

MotoGP, il dottor Mir parla di Lorenzo

Xavier Mir è stato intervistato da MotoGP.com per commentare la situazione di Lorenzo: «Si è infortunato al polso sinistro e dopo vari test, come risonanza e TAC 3D, è stata confermata una frattura dello scafoide. Si tratta di un osso che non si rinsalda facilmente. Abbiamo utilizzato una tecnica minimamente invasiva che consiste nell’inserire una vite speciale nello scafoide che permette di fare la riabilitazione nel giro di 10 giorni. Altrimenti ci vorrebbero mesi».

Il chirurgo che ha operato il pilota della Honda ha proseguito spiegando i prossimi passi: «L’idea è che rimanga quattro giorni immobilizzato. Poi presso la sua casa a Lugano inizierà la riabilitazione piano piano. Torneremo a vederlo nel giro di circa 10 giorni, affinché poi la riabilitazione possa essere più intensiva. Potrebbe recuperare per il test in Qatar. Non c’è nessun dubbio per la corsa del Qatar».

Il dott. Mir assicura che Lorenzo ci sarà nel gran premio inaugurale della stagione. E dovrebbe farcela anche per il test che ci sarà prima, sempre sulla pista di Losail. Sarà importante vedere come si svilupperà la riabilitazione del cinque volte campione del mondo.

 

Matteo Bellan