Bimbo nel pozzo, arrivano altre complicazioni

0
2309

Bimbo nel pozzo, arrivano altre complicazioni

Arrivano delle gravi complicazioni e difficoltà per le operazioni di salvataggio per il piccolo Julen, il bambino che da più di nove giorni è precipitato in un pozzo profondo di 70 metri. I genitori sono a pezzi ma non perdono le speranze, credono ancora di poter rivedere il loro piccolo sano e salvo anche se il tempo che passa non è di grande aiuto. Oggi i soccorritori, che lavorano senza sosta dalla tragedia, avrebbero dovuto raggiungere il bambino ma ci sono state delle complicazioni delle ultime ore.

La truppa di salvataggio era pronta ad intervenire, ma la galleria verticale che hanno scavato si è rivelata troppo stretta per il tubo che doveva coprire le sue mura per evitare frane interne. Lo scavo non ha pareti lisce e, per questo motivo, il tubo non si adatta.

Adesso dovranno nuovamente scavare e allargare il tunnel, ci hanno messo 55 ore per fare quello precedente ma le ore previste per questa nuova “missione” sono decisamente inferiori. Infatti, anche se i soccorritori non vogliono sbilanciarsi sui tempi, si dice che l’allargamento del tunnel dovrebbe essere pronto entro domani mattina presto. Solo allora i soccorritori potranno far entrare l’ascensore che hanno costruito appositamente per raggiungere il piccolo Julen.