Superbike 2019, presentato il team GRT Yamaha. Melandri: “Darò tutto”

Superbike 2019 | Team GRT Yamaha presentato al Motor Bike Expo di Verona.

Giornata importante oggi per il team GRT Racing Yamaha, che nel 2019 debutterà nel campionato mondiale Superbike. Infatti, in occasione dell’evento Motor Bike Expo a Verona è avvenuta la presentazione ufficiale della squadra.

Presenti ovviamente i piloti Marco Melandri e Sandro Cortese, entrambi determinati a fare un’ottima stagione in sella alla R1. C’erano pure Andrea Dosoli (Road Racing Project Manager Yamaha), Remo Gobbi (patron del main sponsor Pata) e Filippo Corti (team manager GRT). E ovviamente tutto il resto della squadra italiana, reduce da buone stagioni nel campionato mondiale Supersport.

Superbike 2019, team GRT Racing Yamaha presentato al Motor Bike Expo

Il primo a prendere la parola sul palco del Motor Bike Expo è stato il team manager Filippo Conti: «Tutto nasce dal percorso in Supersport con Yamaha. Volevamo crescere per approdare poi nel campionato mondiale Superbike. Passare dalla Supersport alla SBK richiede un’attenzione tecnica diversa. Inoltre le stesse persone che gli hanno accompagnato negli anni scorsi sono le stesse che ci saranno ora. Ci sarà un percorso di crescita per tutti nell’affrontare questa sfida. Yamaha è vicina e ci darà ottimo supporto. Speriamo di ottenere ottimi risultati».

Successivamente è toccato ad Andrea Dosoli, intervenuto anch’egli nel corso della presentazione del team GRT Racing Yamaha: «E’ un progetto strategico per l’attività di Yamaha. Noi portiamo avanti talenti dall’ambito nazionale aiutandoli poi al salto in 600 e ci mancava il tassello del mondiale Superbike. Grazie all’impegno di tutti abbiamo messo assieme le forze per creare questa opportunità. Avere quattro moto Yamaha in Superbike è un impegno e anche un’opportunità. Questo è un progetto fondamentale e strategico, va supportato nel modo migliore possibile. GRT avrà tutto il supporto necessario per consentire ai piloti di battagliare con i top rider della classe. Mi aspetto tante battaglie».

In seguito parola a Marco Melandri, che dopo il biennio in Ducati ha fatto ritorno nella casa motociclistica nella quale esordì sia in MotoGP che in Superbike: «E’ emozionante, mi sembra il primo anno di scuola di nuovo. Debuttai in Superbike nel 2011 proprio con Yamaha, fu un anno fantastico. Trovai un ambiente adatto a me e una R1 che si adattava molto al mio stile di guida. Poi purtroppo ci siamo separati per vari motivi. Tornare è una soddisfazione immensa, dopo diversi anni con ammiccamenti senza concludere. Sono arrivato nel momento giusto, la voglia di fare è tanta sia da parte mia che del team. Yamaha ci appoggerà in maniera importante. Ho vinto tante gare e perso tanti campionati, quando non si può vincere è importante dare spettacolo. Quando sono in moto non mollo mai, do tutto e ci riproverò quest’anno. Cortese è un bravo ragazzo, andrà forte.».

Parola infine anche a Sandro Cortese, debuttante in SBK e molto motivato a conquistare buoni risultati dopo il titolo Supersport del 2018: «Sono contentissimo di entrare in questo team. L’anno scorso ho vinto alla prima stagione il mondiale Supersport e poi sto passando subito in Superbike. Anche per me è come il primo giorno di scuola. Ho avuto il primo test SBK in novembre. Sicuramente l’apprendimento tecnico è duro, per me cambia tutto. Dovrò imparare velocemente, avrò come compagno un maestro come Melandri e posso apprendere da lui».

Matteo Bellan