Danilo Petrucci (Ducati)

MotoGP | Danilo Petrucci: “Non difenderò Dovizioso da Marquez, non è mio compito”

In casa Ducati si respira un’aria nuova e grande merito di tutto ciò va dato sicuramente a Danilo Petrucci, che entrato in punta di piedi a Borgo Panigale ha subito creato un rapporto stupendo con Andrea Dovizioso. I due stanno lavorando fianco a fianco per sviluppare la moto del prossimo anno svelandosi a vicenda importanti segreti.

Come riportato da “Motorsport.com”, Danilo Petrucci ha così parlato del proprio rapporto con Dovizioso: “Andrea mi ha confidato i suoi segreti e quando gli ho chiesto perché lo stesse facendo mi ha detto che vede in me un grande potenziale e che ha bisogno del mio contributo. Lui mi ha detto se volevo migliorare e mi ha detto che questa stagione avrebbe potuto cambiarmi la vita”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Danilo Petrucci CLICCA QUI

Petrux cambia vita in Ducati

L’ex Pramac ha poi proseguito: “Ho cambiato vita, mi sono trasferito a Forlì, ho un nuovo psicologo e ho cambiato metodo di preparazione. Mi concentravo troppo sulla quantità della preparazione piuttosto che sulla quantità, me lo ha detto anche Andrea, certe volte arrivavo già stanco alla gara. Io e chi mi sta vicino notiamo già un netto miglioramento, ma dovrò farlo vedere in pista quest’anno”.

Danilo Petrucci ha anche parlato di chi lo definisce lo scudiero di Dovizioso: “Dall’esterno potrebbe sembrare così. Non so se sarò il suo scudiero, la cosa però non mi darebbe fastidio, Dovizioso sono due anni che si gioca il titolo. Abbiamo due target diversi: il suo è quello di centrare il mondiale, il mio quello di restare per tanti anni un pilota ufficiale. Non difenderò Andrea da Marquez, non è il mio compito. Ognuno farà la propria gara”.

Infine il rider italiano ha così concluso: “Devo migliorare nella consapevolezza in me stesso. Mi manca l’ultimo miglio per vincere, ma con l’aiuto della squadra e di Andrea spero di potercela a fare a disputare una grande stagione”.

Antonio Russo