Andrea Dovizioso: “Non vedo l’ora di sfidare Valentino Rossi”

Il rider italiano vuole sfidare il Dottore con il motocross

Andrea Dovizioso (Ducati)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Non vedo l’ora di sfidare Valentino Rossi”

Andrea Dovizioso è pronto a lanciare la sfida mondiale. Il pilota italiano dopo un biennio passato a lottare gomito a gomito con Marc Marquez si sente ormai pronto a fare il grande salto e mettersi lui davanti a dettare il ritmo. Il numero 4 però è consapevole che per vincere il titolo ci vorrà perfezione assoluta.

Come riportato dai colleghi di “Sky Sport”, Andrea Dovizioso ha così dichiarato: “Sicuramente stiamo messi meglio rispetto l’anno passato. L’anno scorso abbiamo capito che dovevamo migliorare e ci siamo riusciti e questo ci ha reso ancora più forti. Si può migliorare anche a 32 anni. C’è ancora qualcosa da migliorare a centro curva, se riusciamo a migliorare lì siamo davvero forti”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Andrea Dovizioso CLICCA QUI

Il rider italiano vuole seguire il modello americano

Il rider italiano ha poi proseguito: “Questo è il miglior Dovizioso che avete visto, ma non è detto che non possa migliorare. Stiamo lavorando duro, il nostro obiettivo è vincere il mondiale. Quello che accadrà in Honda sarà fondamentale e può andare in tutte le direzioni. Se Jorge mette in crisi Marquez tutto è possibile. La Suzuki con Rins può lottare per il campionato e le Yamaha non puoi non considerarle. Questo vuol dire che in tanti ci giocheremo il titolo e ogni gara pur essendo veloci si potrà essere primi o sesti. Sarà fantastico”.

Infine Andrea Dovizioso ha commentato lo scambio di battute con Valentino Rossi sui social di qualche giorno fa: “Non vedo l’ora di sfidarlo, mi piacerebbe molto con il motocross, c’è meno pressione e non ci sono termocoperte, sarebbe una bella situazione. Già è stato fatto in passato e spero di ripeterlo con tutti i ragazzi dell’Academy. Danilo è veloce con la moto da cross quindi possiamo allenarci bene. Io ho una visione diversa, studio tanto il cross. In America anche i piloti che lottano per il titolo riescono ad allenarsi tutti insieme”.

Antonio Russo