Andrea Dovizioso: “Lorenzo preso per il titolo, ma sapete come è andata”

Il rider italiano punta il bersaglio grosso

Andrea Dovizioso (Ducati)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Lorenzo preso per il titolo, ma sapete come è andata”

Andrea Dovizioso non vede l’ora di cominciare la stagione 2019. Il rider della Ducati, infatti, punta l’anno prossimo a vincere finalmente il suo primo titolo mondiale in MotoGP. La Desmosedici sinora ha dato dei segnali incoraggianti. Nella presentazione di ieri la GP19 si è presentata in tutta la sua bellezza, completamente rossa.

Come riportato da “Motorsport.com”, Andrea Dovizioso a margine della presentazione ha così commentato: “Mi sento vicino all’obiettivo, pensando al 2019 mi sento ancora più comodo con la moto rispetto alle ultime due stagioni. Quello che è accaduto nel 2018 è stato molto importante per svariati aspetti. Non so se quello che abbiamo fatto sarà sufficiente a farci vincere il campionato, però ho vissuto un bellissimo inverno. Dopo tanti anni a lavorare in Ducati sento di essere nel posto giusto al momento giusto”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Andrea Dovizioso CLICCA QUI

Dovi ci crede in questa squadra

Il rider italiano ha poi proseguito: “Questa è solo una preparazione alla vera storia che possiamo scrivere. Non ho mai pensato a chi fosse il numero uno in squadra. Lorenzo era stato preso per vincere il titolo ed era palese, ma sapete come è andata. Ci sono poi dei fattori esterni, in questi anni ho lavorato tanto su alcuni aspetti che nemmeno la Ducati sapeva. Non conta essere il numero uno a questo punto della stagione”.

Andrea Dovizioso ha anche parlato del bel rapporto di squadra che si è creato: “Credo sia palese che il rapporto con Danilo sia migliore di quello con Jorge, questo ci permette di parlare e migliorare il team e noi stessi. Secondo me questo sarà un valore aggiunto. Certo è normale anche quello che accadeva prima, una squadra come la Ducati deve poter avere due piloti che possono vincere il titolo. Con questo non voglio dire che Danilo non può farlo, anzi, vedendolo da vicino posso dire che ha molto più potenziale di quello che ha fatto vedere sinora”.

Infine il numero 4 ha così concluso: “Che senza Jorge ci sia più armonia è inevitabile per il discorso che facevo prima. Quando hai due piloti così competitivi questo si crea. Però non è successo niente di eclatante, anzi in passato è accaduto di peggio con altri compagni di team. Credo sia più anomalo quello che sta accadendo tra me e Danilo, però stiamo impostando tutto bene e speriamo possa essere un valore aggiunto. Con Jorge era normale ci fosse sempre tanta attenzione su di lui, ma io ho pensato a me stesso e si è visto”.

Antonio Russo