Superbike, Sykes: “Colpito dalla BMW. Saremo pronti in Australia”

tom sykes superbike sbk bmw
Tom Sykes (foto BMW)

Superbike 2019 | Sykes fiducioso per il proprio futuro in BMW.

Entusiasmo e positività nell’ambiente BMW per il prossimo campionato mondiale Superbike. La casa di Monaco di Baviera ha deciso di impegnarsi direttamente nella categoria, dunque i risultati dovrebbero migliorare nettamente.

La partnership con il team Shaun Muir Racing è molto importante, così come l’ingaggio di un pilota esperto come Tom Sykes. Un campione del mondo SBK (2013) e grande conoscitore della Kawasaki, moto che ha dominato in questi anni. Può sicuramente aiutare lo sviluppo della nuova S1000RR. E anche il compagno Markus Reiterberger può trarre giovamento dalla vicinanza di un rider con così tanta esperienza nel WorldSBK.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

Superbike 2019, Sykes vuole vincere la sfida BMW

Prima della fine del 2018, il team BMW Motorrad WorldSBK ha sostenuto due giorni di test ad Almeria. Avendo saltato quelli di Aragon e Jerez, ha comunque deciso di scendere in pista prima della fine dell’anno. Impressioni positive per entrambi i piloti, anche se il lavoro di sviluppo da portare avanti è ancora tanto.

Sykes, interpellato da Speedweek, è tornato a parlare delle sue prime sensazioni sulla BMW S1000RR e all’interno del team: «Sono rimasto molto colpito dal modo in cui hanno lavorato tutti insieme al primo test – spiega -. Anche durante il test sono arrivate nuove parti. La mia prima impressione della S1000RR è molto buona, voglio mostrare cosa c’è in questa moto. Sono stato molto piacevolmente accolto dall’intero ambiente BMW. Tutti abbiamo gli stessi obiettivi».

Un impatto positivo con la nuova realtà per il pilota britannico. Il prossimo test, il primo del 2019, sarà a Jerez il 23/24 gennaio con tutti gli altri team presenti. Sykes non teme il confronto con i rivali: «Non è un problema per noi incontrare i nostri concorrenti a Jerez per la prima volta. Ho le idee chiare su ciò che voglio ottenere. Tutto ciò che stiamo facendo con questo nuovo progetto ora serve ad essere il più forte possibile in Australia. Abbiamo già ottenuto molto durante l’ultimo test e stiamo continuando a lavorare in questa direzione». Il campione del mondo Superbike 2013 è fiducioso per il futuro. La strada intrapresa dal team BMW è quella giusta, secondo lui. Vedremo cosa dirà la pista.

 

Matteo Bellan