Rivola: “Ecco perché ho lasciato la Ferrari per la MotoGP”

Massimo Rivola (©Getty Images)

F1 | Massimo Rivola: “Ecco perché ho preferito la MotoGP”

Per anni lo abbiamo visto al box Ferrari e poi con i giovani dell’Academy del Cavallino, fra poche settimane Massimo Rivola farà la sua apparizione nel paddock della MotoGp e soprattutto nel garage dell’Aprilia.

Un cambio non solo di casacca, ma pure di disciplina, che con lui stesso ha svelato al sito ufficiale del motomondiale ha una motivazione. “Si è presentata l’occasione di una nuova sfida per me e ho deciso di coglierla. Non è stato facile dire basta a Maranello, ma io sono di Faenza, il paradiso delle moto e zona che ha dato i natali a grandi campioni come Capirossi, Reggiani e Dovizioso“, le sue parole.

Quindi sulle difficoltà che lo attendono, ha spiegato: “L’Aprilia è un team che ha vinto tutto, ma ora non ha più quel passo. Abbiamo però le persone giuste per ritrovarlo. Dobbiamo crescere, far crescere la moto. Il mio compito sarà prendere in carico tutto quello che non riguarda l’aspetto tecnico e liberare così Romano Albesiano, che potrà dedicarsi totalmente allo sviluppo del mezzo”.

Passando all’argomento F1 e Ferrari Rivola nel corso di un’intervista a La Gazzetta dello Sport ha evidenziato come Vettel sia totalmente mancato nel 2018.

Non so cosa sia successo. E’ evidente che non è riuscito a trovare il giusto equilibrio che deve avere ogni atleta per riuscire. Insomma è stato un Sebastian differente rispetto a quello che conoscevo“, ha confidato perplesso prima di dedicare un pensiero al quasi esordiente Leclerc, promosso alla scuderia dopo appena una stagione alla Sauber: “Sinceramente spero che Charles rimanga com’è“, l’augurio che il monegasco non si faccia prendere dalla morsa delle attese.

A Mattia Binotto, nuovo team principal, auguro invece che possa lavorare in serenità, cosa non sempre fattibile a Maranello. Sono certo comunque che abbia tutte le carte per fare bene“, ha poi concluso.

Chiara Rainis