MotoGP, Redding sicuro: “Io e Marquez lo stesso talento”

scott redding motogp
Scott Redding (©Getty Images)

MotoGP, Redding si mette a confronto con Marquez: «Medesimo talento».

Scott Redding non correrà nel Motomondiale nel 2019. Dopo la deludente stagione in MotoGP con l’Aprilia, non c’era più spazio per lui nella categoria. Non gli sono arrivate giuste offerte, neanche per un eventuale ritorno in Moto2.

Quest’anno vedremo il pilota britannico impegnato nel British Superbike Championship in sella ad una Ducati Panigale V4 R. Una sfida molto stimolante, dato che si tratta di un campionato in grande crescita. L’obiettivo sarà quello di rilanciarsi, lasciandosi alle spalle le delusioni del 2018. Il potenziale per fare un’annata positiva c’è certamente.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

MotoGP, Redding si paragona a Marquez

Redding avrebbe voluto sicuramente correre ancora in MotoGP, però farlo su mezzi non competitivi rende complicato dimostrare il proprio valore. Intervistato da Crash.net, il pilota inglese si è detto convinto di avere un talento importante e si è paragonato persino a Marc Marquez: «Un sacco di persone sanno che abbiamo avuto lo stesso talento. Sono stati i soldi e le persone che lui aveva e ha tuttora vicino a fare la differenza. Lui ha avuto sempre il supporto di Repsol e Red Bull. Non puoi competere con questo. A 15 anni non avevo neppure una casa. Lavoravo sodo, ma non avevo qualcuno da cui andare. Il talento può portarti lontano, però i soldi possono aiutarti ad andare oltre».

L’ex rider di Honda, Ducati e Aprilia ritiene di non aver avuto le stesse opportunità dello spagnolo. Il fenomeno di Cervera ha avuto un supporto economico e tecnico maggiore, riuscendo quindi ad esprimere tutto il proprio potenziale. Ha sempre lottato per cercare di dimostrare quanto valesse. Ha sbagliato anche lui, sicuramente. Abbiamo visto quanto sia un personaggio particolare, molto estroverso e forse non sempre abbastanza concentrato.

Redding nel corso della propria intervista ha anche menzionato Valentino Rossi: «E’ stato sempre al momento giusto nel posto giusto. È andato in Ducati, è andato male e voleva smettere. È tornato in Yamaha, un po’ più facile, ha fatto risultati ed è rimasto. Sarebbe interessante vedere se i ruoli fossero invertiti. Se fossi nei panni di Rossi o lui fosse nei miei…».

 

Matteo Bellan