Ovetti Kinder, la sorpresa che finisce nella polemica – FOTO

ovetti kinder sorpresa
Bufera sugli ovetti Kinder, colpa di una sorpresa al loro interno

I famosissimi ovetti Kinder finiscono nell’occhio del ciclone da parte di utenti di tutto il mondo per via di una loro controversa sorpresa.

È scoppiata una polemica improvvisa riguardo ai celebri ovetti Kinder. I dolcetti della Ferrero da decenni accompagnano l’infanzia di tanti di noi ed è così anche nel resto del mondo. Infatti al loro interno ci sarebbe un pupazzetto che raffigura proprio l’ovetto in forma antropomorfa e con in mano tre palloncini tutti recanti la lettera ‘K’. Ma l’acronimo ‘KKK’ negli USA è utilizzato per indicare il famigerato Ku Klux Klan. Ovvero il tristemente famoso movimento razzista che si è macchiato di tanti episodi di violenza ai danni della popolazione di colore. Per questo motivo sono giunte delle accuse di razzismo alla Ferrero, che distribuisce gli ovetti Kinder. Ma da paesi molto lontano dagli Stati Uniti, ed in particolare da Israele, Russia ed Australia. Poi però c’è un altro dettaglio che non ha fatto altro che alimentare il fuoco delle polemiche. Ovvero il fatto che il pupazzetto in questione avesse anche una folta chioma bionda ‘alla Trum’. C’è chi ci ha visto una vera e propria cospirazione imperialista a stelle e strisce. Ed ora sul web le critiche verso la Ferrero e gli ovetti Kinder viaggia veloce a mezzo social.

Ovetti Kinder, la posizione della Ferrero

Ferrero ha voluto chiarire la questione pubblicando una nota. “Il design iniziale del pupazzetto prevedeva la presenza di un solo palloncino con la lettera K. Gli altri due sono stati aggiunti in seguito per garantire maggiori robustezza e stabilità, visto che la sicurezza e la qualità dei nostri prodotti sono molto importanti. Non era affatto nelle nostre intenzioni fare alcun riferimento al Ku Klux Klan e ci scusiamo davvero con chi si è sentito offeso o toccato dalla vicenda. Il pupazzetto in questione era in tiratura limitata in quanto prodotto in occasione del cinquantesimo anniversario di Kinder, abbiamo già interrotto la produzione ed attraverso il servizio clienti è possibile cambiare quelli già trovati negli ovetti con altri giochini a scelta”.