Il Presidente Ferrari scrive una lettera: “No al ritorno al passato”

0
122
(©Getty Images)
F1 | Il Presidente Ferrari su Domenicali: “No al ritorno al passato”
Raggiunto dalle numerose indiscrezioni su presunti ulteriori scossoni in Casa Rossa che hanno popolato i vari media da Natale ai giorni nostri, il Presidente John Elkann ha voluto scrivere una lettera a La Gazzetta dello Sport per spiegare la situazione e in particolare le motivazioni che l’hanno spinto a mettere alla porta l’ex boss Maurizio Arrivabene.
Ho letto con sorpresa parole e opinioni attribuitemi a proposito della Ferrari, ma che in realtà non sono mai state pronunciate e non rispecchiano il mio pensiero. Ritengo dunque doveroso chiarire alcuni punti, a beneficio dei lettori e nel rispetto della verità dei fatti , si legge. “La nomina di  Binotto a team principal non rappresenta un ribaltone nella gestione sportiva e non nasce da presunti dissapori interni. Al contrario è una scelta decisa dalla Società di comune accordo con  Arrivabene, che nei 4 anni di impegno in quella posizione ha lavorato instancabilmente per ripotare la Scuderia ai livelli di competitività che merita“.

Il lavoro di Mattia, che è già iniziato in previsione della stagione che sta per aprirsi, poggia le sue basi proprio su quanto è stato fatto negli ultimi campionati, in una linea di continuità che mira all’evoluzione, non certo alla rottura”, ha quindi precisato. “Più in generale, respingo qualunque voce o fantasia che ipotizza ritorni al passato e ulteriori cambi nella nostra struttura. Il mio impegno per assicurare stabilità e concentrazione alla Ferrari è totale, cosi come lo è quello dell’AD Louis Camilleri”.

Per concludere, il 42enne ha ribadito l’importanza di centrare l’obiettivo iride e dunque sorpasso di quella che è stata la dominatrice dell’era ibrida finora, ossia la Mercedes. “Noi vogliamo solo che il Cavallino torni al più presto con la vittoria di un mondiale che manca ormai da troppo tempo“, ha infine evidenziato.

Chiara Rainis