Pedaggio autostrade, Di Maio: “Abolire i caselli”

Pedaggio autostradale Di Maio
Di Maio e Di Battista (image by Facebook)

Luigi Di Maio ed Alessandro Di Battista hanno parlato, durante un viaggio in auto, del problema riguardante le autostrade in Italia proponendo in maniera decisa l’abolizione dei caselli. Queste le parole di Di Battista: “I pedaggi da quando sono state date le Autostrade alla famiglia Benetton sono aumentati del 30% e gli investimenti in realtà sono calati e sono inadeguati rispetto alla mole di denaro che hanno incassato. Questa è una battaglia che può interessare tutti i cittadini italiani. Non ci vogliamo inventare nulla di nuovo. In Germania per esempio sono i tir a pagare le autostrade e in tanti tratti le auto non pagano. Il primo passo da fare è togliere le concessioni alla famiglia Benetton, ottenere risparmi importanti e far sì che ci siano risparmi per i cittadini e dall’altro investimenti sulle infrastrutture”.

Per tutte le informazioni sulle novità delle auto e moto CLICCA QUI

Pedaggio autostradale, le parole di Di Maio

Luigi Di Maio ha proseguito: “La famiglia Benetton non se la caverà con la ricostruzione del ponte. Se noi vogliamo parlare di Europa dobbiamo parlare di una rete autostradale europea che abbia una tariffa unica su tutte le reti. Anche in Italia deve sparire il casello. Se voglio utilizzare l’autostrada devo pagare un abbonamento da 30 o 40 euro ed i soldi devono andare in una società statale che li investe per migliorare la sicurezza delle infrastrutture. I 10 miliardi che ha incassato la famiglia Benetton potevano essere utilizzati per sistemare il ponte Morandi e molti altri. C’è molto da sistemare e bisogna rifare tutti i guard rail della rete autostradale. Tutti gli anni i pedaggi aumentavano, quest’anno siamo riusciti a bloccarli sul 90% dei tratti. Bisogna arrivare ad inserire un adesivo all’interno della vettura con i sensori lungo la strada che li riconoscono”. Questo il video completo pubblicato da Luigi Di Maio sulla propria pagina ufficiale Facebook.