MotoGP, il Portogallo chiede un Gran Premio nel 2020

Autodromo di Algarve
photo Facebook

MotoGP, il Portogallo chiede un Gran Premio nel 2020

Il Motomondiale potrebbe tornare in Portogallo dal 2020. Almeno questo è il desiderio del Comune di Portimao, guidati da Isilda Gomes, che ha appena annunciato l’investimento di un totale di 1,5 milioni di euro tra il 2020 e 2022 (al ritmo di 500.000 euro a stagione) per assicurare che il suo circuito, situato nel sud del paese, ancora una volta ospiti un round del calendario MotoGP.

Per tutte le news di MotoGP >> LEGGI QUI

Dopo l’ultima gara del 2012 sul circuito di Estoril, il Portogallo ritorna alla ribalta per ospitare la MotoGP e i negoziati sarebbero in corso tra il sindaco di Portimao e la Dorna. Inaugurato nel 2008, dopo un grande investimento di 195 milioni di euro, l’Autodromo Internacional di Algarve ha ospitato un turno annuale del Mondiale Superbike, oltre ad altri campionati come la GP2 Series, la World Series by Renault e del Campionato FIA GT. Tuttavia, pur avendo l’approvazione necessaria per competere in gare del Campionato del Mondo, Portimao non è mai stato visitato dai piloti della MotoGP. Ora, sette anni più tardi e con un pilota portoghese del calibro di Miguel Oliveira nella classe regina, il Portogallo è disposto a recuperare l’appuntamento annuale con la MotoGP.

Carmelo Ezpeleta ha ripetuto in diverse occasioni che la Dorna è disposta a espandere ulteriormente i confini del campionato, anche se è vero che l’intenzione del promotore della MotoGP non è di superare i 20 giri all’anno per i problemi e i costi logistici. Guardando avanti al 2019, a seguito della recente costituzione della Thailandia, il mondo avrà un totale di 19 gare , una cifra che in linea di principio dovrebbe crescere fino a 20 nel 2020 con l’ingresso del GP di Finlandia, anche se il circuito è ancora in costruzione. In questo modo, il Motomondiale avrebbe già raggiunto il suo massimo teorico di carriere, anche se c’è sempre la possibilità che altri circuiti lascino spazio ad altri. In tal caso il Portogallo ha già prenotato un posto in calendario.