Tragedia in famiglia: padre di 70 anni si scaglia contro il figlio

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Un uomo di 70 anni ha strangolato ed ucciso il figlio adottivo di 36 anni nella propria abitazione in provincia di Torino. L’uomo, successivamente, ha contattato i Carabinieri per autodenunciarsi. Adesso gli inquirenti stanno indagando sul movente dell’omicidio.

Una tragedia si è consumata a Sant’Antonino di Susa (Torino), dove un uomo ha ucciso il proprio figlio e poi ha chiamato i Carabinieri. Un gesto inaspettato quello di un dentista in pensione di 70 anni che ha aggredito il figlio, strangolandolo e uccidendolo. L’uomo, Flavio Forla, che risulterebbe incensurato, al culmine di una lite dai toni accesi ha afferrato il cavetto di un computer e lo ha stretto intorno al collo del proprio figlio adottivo Giacomo, di 36 anni. Sul posto i sanitari hanno solo potuto constatare il decesso del 36enne per cui non c’era più nulla da fare. Insieme ai soccorsi sono arrivati anche i Carabinieri del paese che hanno arrestato l’uomo.

Strangola ed uccide il figlio di 36 anni: in manette pensionato 70enne

Una tragedia inaspettata ha sconvolto un piccolo centro in provincia di Torino, Sant’Antonino di Susa, dove nel pomeriggio di oggi, intorno alle 17 un uomo di 70 anni ha ucciso il proprio figlio adottivo. Autore dell’omicidio è Flavio Forla, un medico di famiglia e dentista in pensione incensurato di 70 anni, che nella propria abitazione ha strangolato il figlio Giacomo di 36 anni. L’assassinio, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe avvenuto nell’abitazione di famiglia in via Superga 5, all’interno della quale, dopo un’accesa lite tra i due, l’uomo avrebbe strangolato il figlio utilizzando il cavo di un computer. Al momento dell’accaduto non era presente in casa la moglie dell’anziano. Subito dopo, il 70enne ha chiamato i Carabinieri per autodenunciarsi, dicendo: “Venite a prendermi”. Sul luogo dell’omicidio sono arrivati i militari dell’Arma che hanno ritrovato il dentista in pensione, il quale ha atteso l’arrivo dei Carabinieri, ed il cadavere del figlio. I militari hanno arrestato l’uomo e adesso stanno indagando per risalire al movente che ha portato il 70enne a compiere un gesto simile. Secondo le prime indicazioni fornite agli inquirenti, la vittima soffriva di crisi depressive che si sarebbero aggravate negli ultimi tempi.

Leggi anche —> Ragazza di 16 anni beve un drink in piazza: il dramma davanti agli amici