Ecco tutti gli spostamenti sullo scacchiere Ferrari

Ferrari (©Getty Images)

F1 | Ecco tutti gli spostamenti sullo scacchiere Ferrari

E’ evidente che mentre tutti gli italiani stavano mangiando cotechino, lenticchie e panettone, a Maranello si lavorava per ricostruire la squadra. Sì perché la sconfitta rimediata nel 2018 quando c’erano tutte le premesse per fare bene e mettersi alle spalle la Mercedes una volta per tutte, ha pesato più degli insuccessi degli anni precedenti.

Incapace di reggere la scomparsa prematura del Presidente Sergio Marchionne avvenuta lo scorso luglio, ma soprattutto di reggere il passo degli sviluppi sulla W09 di Stoccarda, la Ferrari da Monza in avanti ha completamente perso il bandolo della matassa agevolata in questa caduta libera da un Sebastian Vettel sempre meno lucido e più falloso.

Come al solito, quindi, ad ogni azione corrisponde una conseguenza, e il fallimento, o comunque la mancata riuscita, l’ha pagata in toto il responsabile della scuderia corse Maurizio Arrivabene, messo alla porta ufficialmente lunedì pomeriggio dopo 4 anni di servizio, per fare largo al più tecnico e compassato Mattia Binotto, tanto caro all’uomo dal maglioncino nero.

La promozione del boss tecnico a dirigente della Gestione Sportiva, non è stata tuttavia l’unica mossa effettuata dal nuovo vertice supremo composto da John Elkann e Louis Camilleri.

Apparso con la tuta rossa già ad Abu Dhabi, ha fatto il suo ingresso in pompa magna nel team anche Laurent Mekies. L’ingegnere per anni nel nucleo FIA ad occuparsi di sicurezza, non occuperà più il ruolo che poteva sembrare più naturale per lui, quindi affiancare il reparto tecnico, ma bensì fungerà proprio da spalla fondamentale di Binotto. In che termini? In pratica aiuterà il ricciolo nero di Losanna nella conduzione sportiva e nel rapporto con i piloti.

A fronte della sua grande esperienza maturata al fianco di Charlie Whiting nella direzione gara dei GP, il 41enne transalpino assumerà le vesti di direttore sportivo. Figura di fatto assente dall’organigramma della squadra da momento del passaggio di Massimo Rivola nel 2016 all’Academy del Cavallino.

Chiara Rainis