Jorge Lorenzo: “Meglio essere odiati rimanendo sé stessi”

Lo spagnolo vuole restare sé stesso

Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP | Jorge Lorenzo: “Meglio essere odiati rimanendo sé stessi”

Jorge Lorenzo ha disputato una stagione quantomeno particolare. Dopo un inizio zoppicante, infatti, lo spagnolo dal GP del Mugello è esploso. L’ex Yamaha grazie alle modifiche apportate sulla sua Ducati è riuscito a sentirsi maggiormente a suo agio e ha vinto ben 3 gare. Purtroppo però proprio sul più bello il rider iberico è incappato in un paio di infortuni pesanti che lo hanno tenuto lontano dalle gare.

Le frizioni con Ducati derivanti dal pessimo 2017 di Jorge Lorenzo hanno portato lo spagnolo a mollare Borgo Panigale per migrare in Honda dove Dani Pedrosa ha lasciato. Lo spagnolo dal 2019 andrà a formare un vero e proprio dream team con Marc Marquez, il più titolato di questa MotoGP.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Jorge Lorenzo CLICCA QUI

Lorenzo vuole essere sé stesso

In tanti sono pronti a scommettere che sarà una coppia scoppiettante, pronta ad esplodere da un momento all’altro. In fondo un qualcosa del genere è già accaduto in Yamaha con Rossi e lo stesso Lorenzo e sappiamo che non è finita benissimo, con i due che hanno alzato un vero e proprio muro.

Jorge Lorenzo però è anche un pilota molto social e nella giornata di ieri si è lasciato andare su Twitter ad un messaggio abbastanza chiaro dedicato ai suoi detrattori: “Ho sempre creduto in questo proverbio: ‘Meglio essere odiati per quello che sono, piuttosto che essere amati per essere qualcun altro’. Nel corso degli anni tutti cambiano. Ci sono persone osservatrici e curiose come me che cercano sempre il modo di migliorarsi”.

Antonio Russo