Il gesto di profonda solidarietà dei familiari del medico 40enne deceduto

0
87
ospedale
Ospedale (foto dal web)

I familiari del chirurgo di Napoli di 40 anni, deceduto a causa di una meningite, hanno deciso di donare i suoi organi. Il suo cuore potrà salvare la vita di Alessio, un ragazzino di 14 anni

Un gesto di profonda umanità e solidarietà quella della famiglia di un medico 40enne napoletano deceduto dopo essere stato colpito dalla meningite. Vincenzo Di Stazio, un chirurgo di Napoli che prestava servizio presso una clinica a Mugnano, centro in provincia del capoluogo campano, è morto in ospedale dopo essere stato ricoverato per meningite la sera di Capodanno. I familiari dopo il decesso hanno deciso di donare gli organi del medico e il suo cuore potrà salvare la vita ad un bambino.

Medico 40enne muore per una meningite: donati gli organi

Un chirurgo napoletano di 40 anni è stato ricoverato presso l’ospedale del Mare a causa di una febbre molto alta nella notte di Capodanno. Giunto in ospedale, Vincenzo Di Stazio che lavorava in una clinica a Mugnano, viste le sue condizioni, è stato trasferito il giorno seguente all’ospedale del Mare di Napoli, dove è stata riscontrata una malattia di tipo infettivo, una meningoencefalite che ha costretto i sanitari ad un nuovo trasferimento presso il nosocomio di Cotugno. Le condizioni del medico si sono subito aggravate e, durante la notte tra il 2 ed 3 gennaio, il 40enne è deceduto a causa della malattia. Data la tipologia della patologia sono stati disposti anche i ricoveri delle persone con cui Vincenzo era stato ultimamente a contatto. Tra questi soggetti ci sono anche i suoi familiari, i quali, nonostante il momento di enorme sconforto, hanno deciso di compiere un gesto di grande solidarietà. I parenti del 40enne hanno scelto di donare gli organi del medico ed il suo cuore salverà la vita di Alessio, un ragazzo di 14 anni. Il 14enne di Scafati (Salerno) era da tempo in attesa di un trapianto e di un donatore ed i suoi genitori sui social network hanno commentato la notizia della donazione parlando di una nuova vita per il proprio figlio. Il medico, i cui funerali si sono tenuti ieri, lascia la moglie Antonella Capasso, anche lei medico, e tre figli.

Leggi anche —> Tragedia familiare: bambino di 11 anni ritrovato impiccato dal fratello