Altra rapina da film ad un portavalori: i malviventi fuggono con la refurtiva

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Una banda di malviventi ha assaltato un furgone portavalori in provincia di Bari utilizzando una ruspa. Il valore della refurtiva, che doveva essere consegnato per pagare le pensioni, si aggirerebbe intorno ai 2 milioni di euro.

Stamane un commando ha preso d’assalto un furgone portavalori lungo la statale 96 nei pressi di Melitto, provincia di Bari. I malviventi hanno agito nelle prime ore del mattino, intorno alle 7:30. Per arrestare e svaligiare il furgone, il commando ha prima bloccato le carreggiate, incendiando due mezzi pesanti, e poi utilizzato delle ruspe.

Rapina da film sulla statale 96 in provincia di Bari: indagano i Carabinieri

A poche settimane dalla rapina compiuta sull’autostrada Avellino-Salerno, quando una banda di malviventi aveva preso d’assalto alcuni portavalori, stamane si è verificato lo stesso scenario da film hollywoodiano. Lungo la statale 96 nei pressi di Melitto, una frazione di Grumo Appula, centro della provincia di Bari, un commando, composto forse da 4-5 componenti, ha bloccato e svaligiato un furgone portavalori dell’IVRI (Istituti di Vigilanza Riuniti d’Italia) riuscendo a scappare con la refurtiva. Il furgone era partito dalla sede di Bari e viaggiava verso Matera dove avrebbe dovuto consegnare il denaro agli uffici postali della città lucana che avrebbero dovuto pagare le pensioni nei prossimi giorni. I malviventi sono entrati in azione intorno alle 7:30 di questa mattina e, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, avrebbero bloccato inizialmente le due carreggiate della statale incendiando due mezzi pesanti posti di traverso. Una volta bloccata la strada, il commando avrebbe preso d’assalto il portavalori, forzandolo con l’aiuto di una pala meccanica e successivamente sarebbe fuggito con la refurtiva a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata. Sul luogo della rapina sono giunti i Carabinieri di Altamura, i Vigili del Fuoco ed un’ambulanza, il cui arrivo è stato ritardato dalle fiamme provocate dagli stessi rapinatori. I militari dell’Arma che stanno indagando su quanto accaduto non hanno quantificato il valore della refurtiva che, secondo le prime stime, dovrebbe ammontare a circa 2 milioni di euro. Nessuna delle tre guardie giurate in servizio che viaggiavano sul furgone è rimasta ferita durante l’agguato.

Leggi anche —> Commando assalta portavalori: spari e fiamme come in un film