Red Bull vuole 30 milioni. Verstappen contro il web

Red Bull (©Getty Images)

F1 | Red Bull vuole 30 milioni. Verstappen contro i “leoni da tastiera”

Anime agitate in casa Red Bull sul finire del 2018. La ragione principale delle turbolenze il tanto discusso budget cap, ma soprattutto il taglio del montepremi a partire dal 2021.

Se nelle scorse settimane aveva fatto il giro del mondo la notizia dell’ennesima minaccia d’abbandono da parte del gruppo energetico per passare magari alle competizioni endurance,la scuderia austriaca, a quanto pare, avrebbe ora motivato questo ennesimo atto di insofferenza con la decisione di indebolire gli storici bonus dedicati ai top team. Un taglio non da poco visto che si parlerebbe di 30 milioni di euro. Una cifra importante che il talent scout della scuderia Helmut Marko, reclama e continuerà a reclamare a gran voce.

Verstappen dichiara guerra alle piattaforme sociali

Intanto dal canto suo nel corso di un’intervista all’olandese De Telegraaf Mad Max è tornato sul suo 2018 e sui momenti più difficili da lui vissuti, in particolare all’inizio, quando addirittura ha promesso botte ai giornalisti per le loro continue domande sul suo atteggiamento in pista, salvo poi riprendersi grazie al successo firmato in Austria e poi in Messico.

Non ne potevo più“, ha dichiarato. “Sembrava che avessi perso la capacità di guidare. Oggi la gente sui social network può esprimersi facilmente, mentre non conoscono affatto la persona di cui stanno scrivendo”.

Spesso hanno paura di dirti le cose in faccia. Sono leoni da testiera e si comportano così“, ha aggiunto probabilmente riferendosi forse a qualche rappresentante della stampa.

Personalmente potrei dare una mia opinione sul calcio pur sapendone poco, ma alla fine a chi interessa cosa ne penso io? Certamente non alla dirigenza del club. Nessuno di sicuro apporterebbe dei cambiamenti soltanto perché l’ho suggerito io“, ha spiegato meglio. “Ecco qual è la mia sensazione sulla gente che dice la sua sulla F1. Molti di loro non ne sanno nulla“.

Chiara Rainis