ragazza sbranata leone
Alexandra Black, la ragazza sbranata da un leone

Una ragazza è stata sbranata da un leone mentre stava lavorando all’interno di un centro di accoglienza per animali selvatici. Colleghi scioccati.

Una ragazza è stata sbranata da un leone mentre lavorava. È stata una fine davvero orribile quella incontro alla quale è andata questa giovane di soli 22 anni e che si era laureata da poco in Scienza del comportamento degli animali. Si chiamava Alexandra Black e solamente due settimane fa aveva trovato un impiego all’interno del ‘Conservators Center’, una riserva naturalistica situata nella località americana di Burlington, nello stato del North Carolina. Non si sa come, ma il feroce predatore che si trovava rinchiuso in una area di sicurezza, alla fine è riuscito ad uscire ed a scagliarsi contro la ragazza, la quale stava ripulendo l’area circostante. La versione dei fatti è stata data dai gestori della riserva, i quali hanno detto che la ragazza sbranata dal leone faceva parte di un team specializzato. Traumatizzati i suoi colleghi che hanno assistito alla scena.

LEGGI ANCHE –> Sbranata da un alligatore per salvare il suo cane

Ragazza sbranata da leone, è stata aperta una indagine

Il felino è stato abbattuto, per poter permettere a chi era presente di dare immediato soccorso ad Alexandra. Ma le ferite ricevute sono state di entità troppo grave e la poveretta era già morta. Su quanto accaduto è stata aperta una inchiesta da parte delle autorità locali per cercare di stabilire se ci siano eventuali responsabilità da parte di terzi. Il Conservators Center ha aperto i battenti nel 1999 e racchiude al suo interno una grande quantità di animali selvatici ed esotici. Tra questi figurano anche circa 14 fra tigri e leoni. E dal 2007 sono stati avviati dei tour per i turisti che vogliono entrare in contatto ravvicinato con i suddetti animali. I visitatori della struttura sono in media diverse decine di migliaia ogni anno.

LEGGI ANCHE –> Terremoto Catania, due scosse forti in poche ore stamani: ora è allerta