(©Sena Miyake Twitter)

F1 | Ayrton Senna omaggiato nel pattinaggio artistico 

Probabilmente neppure lui si immaginava un clamore del genere per la sua scelta di rendere omaggio ad Ayrton Senna sul ghiaccio. Sta di fatto che le immagini del pattinatore artistico Sena Miyake (nome già di per sé evocativo) hanno fatto subito il giro del mondo e delle piattaforme sociali.

L’evento

A conferma di quanto Beco sia stato e sia tutt’ora amato in Giappone per la sua umanità e per le tante vittorie conseguite con la McLaren spinta da propulsore Honda, nonché per l’amicizia con lo stesso patron del marchio nipponico, in occasione della finale dei Campionati Nazionali di pattinaggio artistico il giovane Sena, ha voluto ricordare il mitico brasiliano indossando una speciale tuta rossa del tutto simile a quella più iconica del tre volte iridato,e danzando su un mix di musica dal titolo “Magic” (soprannome del paulista) che proponeva una samba intervallata da un rombo di motore, con tanto di movimenti delle braccia che mimavano la guida di una vettura.

Pur avendo solo 16 anni, con la sua performance, l’ice skater di Yakage, è riuscito ugualmente a trasmettere la sua passione per un personaggio che può aver conosciuto soltanto tramite i racconti dei genitori o i filmati diffusi sul web.

Altrettanto apprezzabile il gesto alla fine dell’esibizione quando ha fatto cenno ad una delle frasi più significative pronunciate da Senna, e che oggi ha quasi il valore di un testamento, riportata sul retro della sua tuta: “Le gare, le competizioni, sono nel mio sangue. Fanno parte di me, della mia vita. E’ ciò che faccio da sempre ed hanno la priorità su tutto il resto”.

Un proclama di dedizione e sacrificio evidentemente sposato anche dalle nuove generazioni

Chiara Rainis