WhatsApp, alcuni trucchi per utilizzarlo al meglio: dai caratteri speciali a….

0
261
WhatsApp
WhatsApp

WhatsApp è il sistema di messaggistica più utilizzato del momento, completo ed in constante aggiornamento.  Eppure, nonostante sia di uso quotidiano, non tutti lo conoscono davvero a fondo. Ecco la lista di alcuni trucchi per sfruttarlo al meglio.

WhatsApp è un’applicazione intuitiva e facile da utilizzare, tuttavia ci sono dei piccoli trucchi che non tutti conoscono che possono rendere il suo utilizzo ancora migliore.

WhatsApp: eliminare le spunte blu

Aveva sconvolto il concetto di privacy degli utenti il fatto che il proprio interlocutore potesse sapere se il proprio messaggio era stato letto (ed ignorato in caso di mancata risposta). La famosa introduzione della “spunta blu” aveva messo in agitazione il popolo dei social. Inizialmente, non era possibile disabilitare questa funzione ed era solo possibile aggirare l’ostacolo ricorrendo a qualche piccolo trucco. Solo dopo, gli sviluppatori del noto sistema di messaggistica hanno corretto il tiro in favore della tanto acclamata Privacy. Ora, infatti, chiunque volesse eliminare questa funzione, dovrà seguire dei semplicissimi passi.

Andare su Impostazioni di Whatsapp; Account e Privacy e spegnere l’interruttore.

Una volta disabilitata la funzione però, come il vostro interlocutore non potrà sapere se avete letto o meno il suo messaggio neanche voi potrete sapere chi ha letto i vostri.

Non salvare le foto nel rullino e risparmiare memoria

Come spesso accade le chat di WhAtsapp si riempiono di foto, GIF e video, e a farne le spese è la memoria del telefono. È possibile fare in modo che i contenuti multimediali non vengano salvati sul dispositivo e che rimangano solo nell’app.

Per farlo è necessario aprire ImpostazioniImpostazioni chat e spegnere l’interruttore relativo a “Salva Media ricevuti”.

Bloccare il download automatico dei file ricevuti

WhatsApp in automatico e senza richiederlo, scarica tutti i media che vengono ricevuti all’interno delle conversazioni. È possibile eliminare questa funzione in modo da scegliere se scaricare o meno il contenuto.

È semplicissimo: ImpostazioniImpostazioni chat; cliccare su Auto-download file multimediali. Si aprirà una finestra all’interno della quale troverete le voci relative ad ogni tipo di file (audio, foto, video) e per ognuno potrete scegliere le modalità con cui scaricarlo.

Silenziare i gruppi

Probabilmente le innumerevoli notifiche che provengono dai gruppi sono ciò che più disturbano gli utenti. Per fortuna è possibile silenziarle. Niente di più facile; bisogna aprire il gruppo che si vuole silenziare; aprire le informazioni e cliccare il tasto “Silenzioso”. WhatsApp vi chiederà per quanto tempo non vorrete più sentire le notifiche di quel gruppo (da un minimo di 8 ore ad un massimo di un anno).

Nascondere il proprio accesso

Questo forse è il trucchetto che stavate più aspettando. Già, perché se le spunte blu erano un’innovazione che al massimo poteva essere eliminata, l’ultimo accesso è presente sin dalla nascita di WhatsApp. Come fare per eliminarlo? Per non consentire ai propri contatti di vedere il vostro ultimo accesso dovrete aprire le Impostazioni; cliccare sull’opzione Account; poi sulla voce Privacy ed infine scegliere l’opzione di nascondere l’ultimo accesso. Come per le spunte blu, se decidete di disabilitare questa funzione, neanche voi potrete più vedere l’ultimo accesso dei vostri interlocutori.

Messaggi vocali senza premere per tutta la durata della registrazione il microfono

Tra le innumerevoli innovazioni apportate all’applicazione questa risulta sicuramente la più utile e comoda. Fino a prima di questo aggiornamento, infatti, per poter registrare un messaggio vocale per poi inviarlo era necessario tenere premuto il tasto del microfono. Ora, invece, è possibile registrare un messaggio rilasciando il tasto dopo averlo premuto, dopo aver fatto uno slide verso l’altro.

Esportare le conversazioni ed inviarle via email

Potrebbe presentarsi la necessità di dover inviare una intera conversazione Whatsapp tramite e-mail. Nessun problema: basta cliccare sul nome del proprio interlocutore ed apparirà una finestra in alto. In questa finestra sarà visibile la voce “Esporta chat“. Si potrà scegliere se inviare la conversazione con gli allegati o senza, se inviarlo tramite e mail o altri sistemi.

Caratteri speciali: corsivo e neretto

Tutti avrebbero voluto almeno una volta, all’interno di un messaggio, rimarcare qualche parola. Ora è possibile ed è facilissimo. Per scrivere in neretto/grassetto è sufficiente mettere un asterisco prima e dopo la parola che si intende evidenziare. Esempio *WhatsApp*.

Per utilizzare il corsivo, invece, utilizzare prima e dopo la parola il trattino basso. Esempio: _WhatsApp_