MotoGP, Doohan: “Valentino può battere chiunque. Marquez fa la differenza”

0
907
Valentino Rossi e Marc Marquez
Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP, Doohan: “Valentino può battere chiunque. Marquez fa la differenza”.

Il campione della MotoGP Marc Marquez ha vinto cinque titoli con la Honda negli ultimi sei anni. Con il suo stile di guida aggressivo e spensierato ha sconvolto gli equilibri della classe regina e costretto gli altri piloti a rimboccarsi le maniche. Dall’altro lato c’è un Valentino Rossi intramontabile che, con i suoi 39 anni di età, sa essere ancora competitivo per la vittoria, a patto che Yamaha gli dia una M1 più competitiva. (Per tutte le news sulla Yamaha LEGGI QUI)

I duelli a volte controversi tra Rossi e Marquez hanno reso lo sport ben noto al di là della scena motociclistica. Secondo la leggenda del GP Mick Doohan, Marquez e Rossi sono due artisti eccezionali quando si tratta di affrontare i problemi. “Gli altri piloti non possono”, ha detto l’ex campione in un’intervista a ‘Motorsport-Total.com’. “Marc o Valentino possono essere 20esimi sulla griglia e lottare ancora per la vittoria… Valentino ha dimostrato di poter battere chiunque, ha 40 anni e questo è da solo impressionante”, afferma Doohan. “Marc è in grado di gestire qualsiasi moto e, quando qualcosa non va negli altri, Marc fa la differenza, questo è ciò che rende speciali piloti come Marc”.

Marquez deve lasciare la Honda per mettersi alla prova?
“Nel motociclismo hai bisogno di una buona moto, ma il pilota fa la differenza. Questo è quello che abbiamo visto negli ultimi anni, quando un pilota ha cambiato costruttore”. Valentino Rossi ha già guidato per Honda, Yamaha e Ducati, Marquez finora solo per Honda. “In passato è successo che il pilota ha cambiato il produttore con risultati decenti perché volevano un’altra moto. Ma i loro risultati sono stati poi invariati”, ha osservato il cinque volte campione del mondo 500cc. Nel paddock della MotoGP, si sono sentite ripetutamente voci di un cambio di marca del fenomeno di Cervera. Marquez deve lasciare la Honda per misurare le sue forze? “La voce viene dai suoi avversari che sanno quanto sia forte sulla sua moto e cercano di mettersi in una luce migliore “, ha commentato Doohan… Penso che farebbe bene anche con un altro produttore forte, come visto con Valentino o Eddie Lawson: un pilota forte è un pilota forte”.