digiuno festività natalizie
Stare a digiuno durante le festività natalizie e negli altri periodi è sbagliato

Tendiamo a farlo soprattutto nelle settimane che contraddistinguono le festività natalizie, ma mettersi a digiuno fa male: lo dicono gli esperti.

Rappresenta purtroppo un malcostume diffuso e che durante le festività natalizie si amplifica ulteriormente, quello di mettersi a digiuno per provare a rimediare ai troppi eccessi compiuti a tavola. In questo periodo gli ‘sgarri’ sono all’ordine del giorno ed avvengono in qualsiasi momento della giornata. Non solo a pranzo o a cena si tende ad esagerare, ma anche già di prima mattina appena svegli, per poi continuare con i diversi break che diventano una tentazione alla quale cedere per colpa dei tantissimi dolciumi che ci ritroviamo in casa di questi tempi. Per cui non in pochi pensano che il digiuno sia utile per permettere all’organismo di depurarsi e di riprendersi. Ma in realtà non c’è niente di più sbagliato. Secondo dietologi e nutrizionisti, il parere diffuso all’unanimità è che saltare uno o più dei cinque pasti che ogni giorno non dovremmo mai mancare (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena) risulta soltanto dannoso per il nostro corpo. Questo perché poi si viene a creare una serie di scompensi di vario tipo.

Festività natalizie, il digiuno fa male.

Ad esempio c’è una produzione anomala di insulina, in quanto l’organismo recepisce come una sorta di allarme la mancanza di ‘rifornimenti’ dovuti all’assunzione di cibo. Dal quale trarre in maniera diretta le necessarie fonti energetiche di cui ha bisogno, come zuccheri e carboidrati (ovviamente in determinati quantitativi). Inoltre ci sono degli inconvenienti anche sul lato pratico. Stare a digiuno per buona parte della giornata contribuisce ad ingigantire la sensazione di appetito. Con il risultato che quindi appena cederemo, mangeremo con anche più fame. Perciò bisogna mantenere equilibrio sempre, anche durante le festività natalizie.

Ed accompagnare ad una dieta corretta, per quanto possibile, l’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno. Meglio se poi riusciamo a fare un pò di movimento fisico, con anche una passeggiata a passo svelto per 3-4 volte a settimana in sessioni di mezzora ciascuna. Chiaro che degli strappi alla regola ce li possiamo concedere. Ma occorre ricordare che con gli zuccheri, le bevande dolci e gassate e gli alcolici è meglio non esagerare per non vedere lievitare il nostro peso forma verso l’alto. Per ogni informazione utile comunque rivolgetevi sempre ad un medico o ad un esperto del campo.

LEGGI ANCHE –> Salute, i segnali di allarme quando si assumono troppi zuccheri