Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Un muratore 58enne di Giarre, provincia di Catania, ha sparato all’ex moglie e poi si è suicidato. A spingere l’uomo ad un simile gesto la scoperta su Facebook di una relazione sentimentale della donna.

Nella provincia di Catania, a Giarre, stamattina un uomo ha ucciso l’ex moglie, Sara Parisi, e poi si è suicidato. La donna, una badante 58enne, è stata raggiunta dall’ex marito davanti la sua abitazione e, una volta accortasi che l’uomo era armato, ha tentato di fuggire. L’uomo, dopo un breve inseguimento, ha colpito e ucciso la donna, suicidandosi poco dopo.

Femminicidio-suicidio nel catanese: vittima una badante 58enne

Stamane si è consumato l’ennesimo femminicidio. In una piccola città del catanese, Giarre, un muratore di 58 anni, Francesco Privitera ha ucciso l’ex moglie coetanea e poi si è suicidato. L’assassinio e successivamente il suicidio sono avvenuti nei pressi della casa della donna che come ogni mattina è uscita per recarsi a lavoro. La donna, Sara Parisi, lavorava come badante e, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, intorno alle 8 era uscita per andare a lavorare, ma stamane si è ritrovata di fronte l’ex marito armato di pistola. Accortasi dell’arma, Sara Parisi sarebbe fuggita, ma dopo un breve inseguimento, l’uomo l’ha raggiunta e uccisa. Dopo pochi passi, Francesco Privitera ha puntato l’arma dell’omicidio contro se stesso e ha fatto fuoco. Sul luogo dell’omicidio è giunto subito il nipote della vittima che ha tolto la pistola all’assassino e ha cercato invano di soccorrere la donna ormai deceduta. Successivamente sono arrivati sul posto i carabinieri e i soccorsi che hanno provato a rianimare l’assassino, trasferito d’urgenza in elisoccorso presso l’ospedale Cannizzaro di Catania. Nel nosocomio di Catania, Francesco Privitera è stato immediatamente sottoposto ad un intervento chirurgico, ma non c’è stato nulla da fare. Gli uomini dell’Arma, con l’ausilio della sezione investigazioni scientifiche di Catania, stanno indagando su quanto accaduto e sembra, secondo una prima ricostruzione, che l’uomo avrebbe agito dopo aver scoperto su Facebook che l’ex moglie era impegnata in una nuova relazione sentimentale. La vittima, dopo un primo matrimonio da cui era nato un figlio, si era sposata con Privitera con cui aveva avuto due figli, ma la loro relazione si era interrotta circa sei anni fa.